Giugno 14, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Un cosmonauta russo è in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale a bordo di un razzo americano, nel bel mezzo della guerra in Ucraina

Un cosmonauta russo è in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale a bordo di un razzo americano, nel bel mezzo della guerra in Ucraina

Inserito mercoledì 5 ottobre 2022 – 18:27.

Un cosmonauta russo è decollato mercoledì verso la Stazione Spaziale Internazionale dagli Stati Uniti a bordo di un razzo SpaceX, una missione particolarmente simbolica nel bel mezzo della guerra in Ucraina.

Anna Kikina, l’unica cosmonauta russa attualmente in servizio attivo, fa parte dell’equipaggio dell’Equipaggio-5, composto anche da un giapponese e due americani, tra cui Nicole Mann, che divenne la prima nativa americana ad andare nello spazio.

Il decollo è avvenuto mercoledì a mezzogiorno dal Kennedy Space Center in Florida. Questa è la quinta missione regolare alla Stazione Spaziale (ISS) che SpaceX ha intrapreso per conto della NASA.

Due settimane fa, un americano è volato alla Stazione Spaziale Internazionale su un razzo russo Soyuz.

Il programma di scambio di astronauti a lungo pianificato è continuato nonostante le forti tensioni tra i due paesi dall’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca a febbraio. Pertanto, garantire il funzionamento della Stazione Spaziale Internazionale è diventato uno dei pochissimi argomenti di cooperazione tra Stati Uniti e Russia.

Il trasporto di un cittadino da un altro paese è una “grande responsabilità”, ha affermato l’amministratore associato della NASA Kathy Lueders durante una conferenza stampa alla fine di settembre.

Alla domanda sull’attuale rapporto con l’agenzia spaziale russa Roscomos, ha detto: “In pratica, apprezziamo molto la coerenza del rapporto, anche in tempi geopolitici molto difficili”.

Il capo della Stazione Spaziale Internazionale della NASA Joel Montalbano ha anche elogiato “l’eccellente supporto dell’agenzia spaziale russa” Roscosmos “per questi voli congiunti.

READ  Solo € 84 per 2 TB è un eccellente rapporto capacità-prezzo per questo SSD

– Scala a pioli –

L’ingegnere 38enne Anna Kekina è diventata, per addestramento, il quinto cosmonauta professionista russo ad andare nello spazio. “Spero che nel prossimo futuro avremo più donne nei corpi degli astronauti”, ha detto ad AFP ad agosto.

È anche il primo volo spaziale degli astronauti americani Nicole Mann e Josh Cassada, ma è il quinto volo del giapponese Koichi Wakata.

Dopo un viaggio di circa 30 ore, la loro nave attraccherà giovedì alla stazione, che sorge a circa 400 chilometri sul livello del mare.

I membri dell’equipaggio 5 si uniranno alle sette persone già a bordo (due russi, quattro americani e un italiano).

Sono stati pianificati alcuni giorni di consegna con i quattro membri dell’Equipaggio-4, prima di riportarli sulla Terra.

L’equipaggio dell’Equipaggio-5 deve trascorrere circa cinque mesi in orbita e condurre più di 200 esperimenti scientifici, di cui più di 70 nuovi a bordo del Laboratorio di volo.

Anna Kekina è la prima donna russa a pilotare il missile Falcon 9, progettato dal miliardario Elon Musk.

Quest’ultimo è intervenuto lunedì nella controversia sulla guerra in Ucraina, chiedendo ai suoi follower su Twitter di votare sulla propria proposta per risolvere il conflitto tra Kiev e Mosca. Ciò significa, in particolare, la cessione della Crimea alla Russia. L’ambasciatore ucraino in Germania ha risposto, su Twitter, con “autolesionismo”.

– futuro fluttuante –

Le tensioni tra Mosca e Washington sono aumentate notevolmente in campo spaziale dopo l’annuncio delle sanzioni statunitensi contro l’industria aeronautica russa, in risposta all’invasione dell’Ucraina.

E così la Russia ha annunciato quest’estate di voler lasciare la Stazione Spaziale Internazionale “dopo il 2024” a favore della creazione di una propria stazione orbitale, senza fissare una data precisa per il ritiro.

READ  L'equipaggio di SpaceX è tornato sulla Terra dopo cinque mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale

Il direttore dei voli di Roscosmos, Sergei Krikalev, gli ha detto lunedì “la speranza” che il governo russo accetti di estendere la sua partecipazione alla Stazione Spaziale Internazionale oltre il 2024.

Gli americani hanno già detto di voler mantenere la stazione in funzione fino al 2030.

Così com’è, la Stazione Spaziale Internazionale non può funzionare senza una delle due parti che la compongono, una americana e una russa. Quest’ultimo assicura soprattutto la manutenzione in orbita grazie al sistema di propulsione.

Tra il 2011 e il primo volo di SpaceX verso la Stazione Spaziale Internazionale nel 2020, solo la Russia è stata in grado di inviare astronauti lì e ha fatto pagare alla NASA i posti sui suoi razzi. La perdita di questo monopolio rappresenta un grave deficit del programma spaziale russo.

Lo scambio di astronauti quest’anno, che dovrà essere rinnovato in futuro, avviene senza compenso economico.