Luglio 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Tumori senza mutazioni genetiche

Tumori senza mutazioni genetiche

Per decenni si è pensato che i tumori si formassero esclusivamente a causa di mutazioni, per definizione irreversibili, accumulate nei nostri geni. Queste mutazioni, tra le altre cose, modificano l’espressione genetica, interrompono le funzioni delle cellule che poi si moltiplicano in modo incontrollato, perdono la capacità di differenziarsi e interrompono il metabolismo. Recentemente, un team dell’Istituto di genetica umana (CNRS/Università di Montpellier), co-diretto da Anne-Marie Martinez e Giacomo Cavalli, ha scoperto che la presenza di mutazioni non è necessaria per la tumorigenesi.

In alcuni casi, i meccanismi epigenetici cooperano con le mutazioni nello sviluppo del cancro. Questi meccanismi regolano l’espressione genica senza modificare la sequenza del DNA stesso. Un esempio ben noto di ciò è la modificazione biochimica tramite la metilazione del DNA o degli istoni (le proteine ​​attorno alle quali è avvolto il DNA). Facendo sì che il DNA sia più o meno compattato, i geni sono più o meno disponibili per essere trascritti, il che ne modifica, attiva o reprime l’espressione. Pertanto, tali cambiamenti, transitori o meno, potrebbero essere sufficienti a innescare lo sviluppo del tumore, anche in assenza di mutazioni che colpiscono il genoma? Questo è ciò che i biologi volevano verificare. Hanno esaminato una famiglia di proteine, le multidisc, responsabili del meccanismo di soppressione dell’espressione di geni importanti per il normale sviluppo. Queste proteine, infatti, svolgono un ruolo essenziale nel determinare il destino cellulare controllando i geni coinvolti nella divisione, differenziazione e polarità cellulare, modificando lo stato molecolare degli istoni.

Utilizzando una tecnica chiamata interferenza dell’RNA, i ricercatori sono stati in grado di ridurre in modo reversibile la concentrazione di polidisperso nelle larve del moscerino della frutta. (Drosophila dal ventre nero) In pieno sviluppo. La perdita transitoria di queste proteine ​​in una fase iniziale di sviluppo ha portato alla formazione di tumori caratterizzati da un’architettura tissutale anormale, da un’eccessiva crescita cellulare e dalla perdita della capacità di differenziarsi. Tuttavia, non sono state osservate mutazioni permanenti. Inoltre, i ricercatori hanno notato che questi tumori rimanevano stabili anche dopo che i livelli proteici erano tornati alla normalità, in una fase successiva dello sviluppo.

READ  Come realizzare il castello di sabbia perfetto

Questi risultati suggeriscono che una semplice interruzione transitoria dei meccanismi epigenetici può essere sufficiente per indurre la formazione di tumori, anche in assenza di mutazioni genetiche. Tuttavia, questi meccanismi epigenetici possono cambiare naturalmente a causa di fattori ambientali come determinate diete, trattamenti farmacologici o esposizione a determinati composti chimici. Pertanto, questa osservazione richiede una riconsiderazione dei fattori che vengono presi in considerazione nelle analisi mediche relative allo screening e al trattamento del cancro.

Tumori senza mutazioni genetiche

Scarica la versione PDF di questo articolo

(Destinato agli abbonati digitali)