Maggio 25, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Sono fiducioso” (Philippe Baptiste, CNES)

“Sono fiducioso” (Philippe Baptiste, CNES)

Il presidente del CNES Philippe Baptiste è più ottimista riguardo al primo volo di Ariane 6 (la versione Ariane 62) in una scadenza più vicina al programma ufficiale (ultimo trimestre del 2023) di quanto non fosse all’inizio dell’anno. “Trovo che attualmente stiamo lavorando su una buona dinamica nel programma Ariane 6. (…) Sono abbastanza fiducioso”ha dichiarato giovedì Philippe Baptiste allo Space Forum, organizzato da La Tribune. Perché questo ottimismo? “Negli ultimi mesi sono arrivate tante belle notizie. I problemi tecnici che si sono presentati sono stati risolti uno ad uno”Confermato che c’è ora “Un clima di fiducia tra i diversi partner e tra i team”. Se questi non sono ancora fatti confermati, i sentimenti di Philippe Baptiste sembrano molto migliori rispetto allo scorso gennaio. Le preoccupazioni suonano più familiari in questa fase dello sviluppo della piattaforma di lancio pesante in Europa.

Alla domanda su una possibile finestra prevista per il primo volo di Ariane 6, il capo del CNES ha chiamato, ritenendo che fosse ancora troppo presto per garantire una programmazione affidabile. Tanto più che Ariane 6 è attualmente in fase di test intensivo. ArianeGroup e CNES conducono test congiunti per collegare il lanciatore alla sua rampa di lancio (connessioni elettriche, connessioni digitali e connessioni liquide). “Vediamo se tutto va bene. Questi test vengono fatti per vedere se ci sono anomalie”. Sul programma, ha spiegato Philippe Baptiste. Infine, ha indicato che il CNES sarà ” in tempo ” Per consegnare la rampa di lancio di Ariane 6 nell’ambito del suo contratto principale.

L’obiettivo di Maia: un mini launcher economico e riutilizzabile

Sotto il project management di ArianeGroup, il programma Maia, un piccolo lanciatore riutilizzabile del futuro che dovrebbe essere operativo nel 2026, mira a sviluppare e progettare Lanciatore di liquidi piccolo, riutilizzabile ea basso costoha dichiarato il capo del CNES. È una sfida collettiva per l’industria spaziale francese”.. Perché questo è un progetto importante per la Francia? Con Maia, la Francia ha trovato il modo di accelerare un processo di fabbricazione di un mattone tecnologico riutilizzabile che ha mancato, non dal punto di vista tecnico, ma per motivi arbitrali., È spiegare. Spera anche che questo progetto A loro si sono uniti partner europei..

Tuttavia, ha notato che non molto tempo fa c’erano quasi 250 piccoli progetti di lancio nel mondo. “Non sono sicuro che ci saranno 250 tiratoriPhilippe Baptiste ha sottolineato. Quello che è certo è che non ci sarà mercato, né per i 250 minibombardieri né per i 25. Probabilmente sarà molto meno. Questa apertura non è facile ed è molto stretta. Eppure è altamente auspicabile».. La tecnologia dei piccoli lanci è ora alla portata dei nuovi arrivati, incoraggiati anche dalla volontà politica dei paesi che vogliono un accesso sovrano allo spazio.

READ  Mondo indie: tutte le informazioni e gli annunci del nuovo Nintendo Direct per i giochi indie in arrivo su Nintendo Switch - Nintendo Switch