Dicembre 3, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Sei mesi in Tesla: perché la Model 3?

Iniziamo questa serie con una domanda: Perché acquistare il modello 3 SR+? Senza entrare in una panoramica completa dell’attuale offerta di auto o in una guida all’acquisto completa, descriverò in dettaglio il pensiero che mi ha portato a ordinare. E poiché probabilmente non sono l’unico fan nerd di Apple del raduno, spero che trovi una certa risonanza con i miei lettori McGeneration.

foto McGeneration

Tesla, un marchio ossessionato che ricorda Apple

Illustri lettori non dovrebbero scoprire che sono stato interessato a una Tesla per anni, molto prima di guidarla io stesso. Nata nella Silicon Valley alla fine degli anni 2000, questa casa automobilistica condivide molte somiglianze con Apple, tanto che confrontare le due società è diventato un luogo comune in molti articoli. Anche se i due marchi si distinguono in molti modi, vale la pena notare che hanno anche molto in comune.

La leggenda del leggendario fondatore ha presto adornato Tesla, la casa automobilistica costruita senza Elon Musk mentre Apple era nel garage di Steve Jobs. Tuttavia, Elon Musk è associato a Tesla nel bene e nel male, è il suo rappresentante più famoso e spesso colui che gestisce la nave, un approccio che ricorda quello impostato da Steve Jobs, soprattutto dopo il suo ritorno negli anni ’90. Anche se il CEO di Tesla non ha il carisma naturale del fuoco di Apple, è anche colui che gestisce tutte le conferenze pubbliche e quasi tutte le comunicazioni dell’azienda, in particolare attraverso il suo account Twitter, dove è particolarmente attivo. .

Ancora più importante, è l’approccio innovativo di Tesla che viene spesso paragonato a quello di Apple. Dopo aver testato il concetto di un veicolo elettrico alimentato da batterie agli ioni di litio modificando Lotus Elises, l’azienda ha iniziato a creare la sua prima auto, la Model S. Prima del 2010, le uniche auto elettriche disponibili erano modelli quasi sperimentali, basati sulla chimica di un altro tempo e spesso personalizzato Per gruppi, come La Poste in Francia.

READ  Grande interruzione di Bouygues: giovedì mattina è difficile o addirittura impossibile effettuare telefonate
La Roadster, la prima vettura costruita da Tesla basata sulla Lotus Elise. È stata la prima auto elettrica alimentata da una moderna batteria agli ioni di litio e la prima auto con un’autonomia di 300 km (foto Tesla).

Quasi quindici anni fa, Tesla ha delineato la sua visione per un futuro in cui le auto elettriche sarebbero diventate la norma. Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda ha creato diversi componenti critici in tutto, dalle batterie ai motori elettrici, inclusa la ricarica. In un momento in cui non esisteva uno standard, il produttore, ad esempio, ha inventato una presa speciale in grado di caricare rapidamente la batteria e, soprattutto, una rete di caricabatterie simili alle stazioni di servizio destinate alle auto termiche.