Maggio 22, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Scoperta la truffa da 600 milioni di euro del fondo di salvataggio – Euractiv FR

Scoperta la truffa da 600 milioni di euro del fondo di salvataggio – Euractiv FR

La Procura europea e l'Autorità di vigilanza finanziaria hanno scoperto congiuntamente una frode internazionale legata al fondo di salvataggio Next Generation EU da 600 milioni di euro, e importanti ricerche sono in corso in tutta Italia. Un comunicato stampa Giovedì (4 aprile) la Procura europea.

Le autorità sospettano la criminalità organizzata – ma non la mafia – dietro l'elaborata truffa, su cui attualmente si sta indagando a Venezia in collaborazione con le forze di polizia slovacche, rumene e austriache.

A seguito di un'ordinanza emessa dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Roma, la Guardia di finanza italiana sta adottando misure cautelari nei confronti di 24 persone (8 in carcere, 14 agli arresti domiciliari e 2 interdetti dall'esercizio professionale e attività commerciali). , trasmesso alla Procura di Venezia su richiesta della Procura europea.

Si tratta di una grande indagine: 150 agenti della Guardia di Finanza stanno attualmente effettuando perquisizioni in otto regioni italiane, con l'ausilio di unità cinofile specializzate nel rilevamento di denaro.

Nel 2020, l’Unione Europea ha lanciato un vasto piano di ripresa da oltre 800 miliardi di euro, che aiuterà ventisette persone a riprendersi dagli effetti della pandemia di Covid. Il primo beneficiario di questo programma è l’Italia, il cui programma nazionale di ripresa e resilienza ammonta a circa 194,4 miliardi di euro (71,8 miliardi di sovvenzioni e 122,6 miliardi di prestiti).

Il finanziamento di questi progetti è stato gestito da Simest, una società di proprietà della Caisse des Dépôts et Loans (CDP), uno dei principali istituti finanziari controllati dal governo italiano nel Paese. La Simest ha prontamente risposto alle richieste dell'ufficiale giudiziario collaborando alle indagini.

READ  "Far ridere ancora tutti", Croce descrive la missione di Spalletti

Gran parte delle 24 persone prese di mira hanno precedenti penali, il che farebbe pensare ad una sofisticata truffa, ha sottolineato il rappresentante europeo per l'Italia Andrea Veniconi durante una conferenza stampa a Venezia dopo l'annuncio dell'operazione.

I risultati preliminari citati nel comunicato stampa dell'EPPO suggeriscono che le aziende che cercano finanziamenti nell'ambito del fondo di salvataggio sono principalmente piccole e medie imprese che desiderano espandere le proprie attività commerciali sui mercati esteri.

Secondo il comunicato stampa, “I sospetti hanno creato e depositato bilanci aziendali fasulli pretendendo di essere attivi e redditizi mentre in realtà erano società fittizie e non funzionali”. La truffa prevede anche la creazione di prestiti fittizi nel settore edile.

Allo stesso tempo, i truffatori hanno sviluppato uno schema di riciclaggio di denaro, protetto da tecnologie sofisticate, e le società di protezione del credito hanno trovato nuovi modi per nascondere attività illegali e monetizzare prestiti fittizi. I beni sequestrati dall'esercito includono appartamenti e ville di lusso, criptovalute, orologi di valore, oro e auto di lusso.

Nella maggior parte dei casi, la funzione principale delle organizzazioni è documentare l’accesso illegale ai fondi stanziati ed evidenziare le vulnerabilità sistemiche nel meccanismo di finanziamento.

Ingenti profitti illeciti sarebbero stati riciclati attraverso una complessa rete di società di comodo con sede in Austria, Slovacchia e Romania.

“Questa azione dimostra chiaramente il coordinamento e la cooperazione positivi tra la Procura europea e l'Autorità di condotta finanziaria”Ciò consente loro di indagare su incidenti al di fuori della loro giurisdizione limitata e di ottenere un quadro più completo, ha affermato Veniconi.

L’Italia è la regina delle frodi nell’Ue

Il mese scorso, la Corte dei conti europea (ECA) ha messo in guardia da questa possibilità “Irregolarità, anche corruzione” Sull’utilizzo dei fondi per la ripresa post-pandemia.

READ  Viola il codice della strada e arriva al pronto soccorso

Qualche settimana fa l'A Rapporto della Procura europea L’Italia ha dimostrato di essere all’avanguardia nei danni finanziari al bilancio europeo, con 556 indagini avviate nel 2023 su 6,02 miliardi di euro di fondi mal gestiti.

Coprendo 19 paesi, il rapporto ha rilevato che alla fine del 2023 erano in corso complessivamente 1.927 indagini attive, con un danno totale stimato di 19,2 miliardi di euro per il bilancio dell’UE.

Di questo importo, il 59% (11,5 miliardi di euro, 339 indagini) riguardava gravi frodi transfrontaliere in materia di imposta sul valore aggiunto. Queste truffe spesso coinvolgono organizzazioni criminali sofisticate e sono impossibili da individuare da una prospettiva puramente nazionale.

Secondo una relazione della Procura italiana della Corte dei conti presentata il 13 febbraio, le irregolarità legate al Programma nazionale di ripresa e resilienza hanno già avuto un impatto finanziario in Italia, costando allo Stato 1,8 milioni di euro.

Poiché finora è stato utilizzato solo il 14,7% dei fondi stanziati (28,1 miliardi di euro), con oltre il 70% delle risorse interessate, si prevede che questo numero aumenterà in modo significativo con l’avanzare della spesa.

La reazione della Commissione Europea

“È responsabilità degli Stati membri garantire il controllo e la prevenzione delle frodi e della corruzione in relazione al PNRR”, Lo ha detto la portavoce della concorrenza della Commissione europea, Leah Zuber, durante la conferenza stampa quotidiana a Bruxelles.

“Gli Stati membri garantiscono un'efficace prevenzione e individuazione della corruzione, della frode e dei conflitti di interessi” ha insistito. “Quando gli Stati membri hanno presentato i loro piani, hanno dovuto includere anche questo sistema di controllo e la Commissione ha valutato che fornisse garanzie sufficienti” Lo ha detto un portavoce dell'Ue.

READ  a porte de sortie en Italie per Paredes?

Anna Martino ha contribuito a questo articolo.