Novembre 26, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Scienze post-normali – Science et Avenir

Dire che gli scienziati, almeno in parte, si stanno riprendendo dalle fake news e da altre teorie del complotto, che sono aumentate in particolare con la pandemia di Covid-19. Tanto che mettono in discussione, spesso in modo molto elementare, la loro attività. Di solito viene scambiato tramite blog o in articoli pubblicati da riviste molto serie ciò che non vedresti sui canali di notizie costanti, che caratterizzano il clamore e le polemiche e non le deviazioni dal metodo scientifico, che può essere visto lì come una lingua straniera.

Il “Scienza post-normale”, Come Un nuovo approccio per porre fine alla crisi del coronavirus?

Questi studiosi mettono in discussione l’arte di lavorare in tempi di incertezza, quando i dati non sono necessariamente convincenti o sufficienti, e aggiungono ai loro scritti il ​​lusso di precauzioni che dimostrano che nessuno avrebbe l’arroganza di dire che tiene – a fortiori – un fatto . Con o senza maiuscola. Quindi come consigliare in caso di maltempo? Questa epidemia, quando sono necessari seri sforzi da parte dei cittadini e i politici devono prendere decisioni difficili. Per chi ama andare dietro le quinte, dopo l’incontro INGSA 2021 e l’incontro a Montreal della scorsa settimana per i consulenti scientifici del governo, Scienza e futuro Poi c’è una piccola intrusione nei pensatori nel loro attivismo.

In questo caso, sentiremo che il “post” è ancora popolare. C’era la filosofia e l’arte postmoderne. L’era della post-verità è emersa con una serie di fatti alternativi. Ecco che nasce un altro concept, nato nel 1971, riproposto nel 1993, e promosso oggi con il nome “Un nuovo approccio per porre fine alla crisi del Covid-19” : la ‘scienza post-normale’“(1). Con Vladimir Sucha, ex direttore del Centro comune di ricerca europeo JRC (2) e ora consigliere senior dell’UNESCO, che ha moderato una delle discussioni, saremmo prontamente d’accordo su questo.”Non sappiamo abbastanza su questo concetto”..

ho detto dopo la normalità ? È proprio, secondo i suoi promotori, l’arte di praticare la scienza in tempi di grande incertezza, quando i dati sono scarsi o inattendibili, ei fatti controversi, quando devono essere prese decisioni urgenti riguardanti un’intera comunità. Quelle strategie tradizionali non funzionano più, soprattutto perché è necessario fare appello a più discipline ea una comunità di molti coetanei interessati. che è Cosa spiega la professoressa Sylvie Foucheaux, in un articolo che permette anche di comprendere la genesi del concetto e la discussione tra gli studiosi che ne è seguita. Pubblicato all’inizio della pandemia, nel 2020, come un avviso, articolo in inglese, italiano, spagnolo e portoghese – scusa, niente francese! – E così ha chiamato a Un nuovo contratto di esperienza sociale.

“Non abbiamo una morale comune”

Al centro della tempesta, i consulenti scientifici in particolare ora si sentono in dovere di innovare nell’arte del dialogo, dell’ascolto, della collaborazione… Con i cittadini come con i governi. può fare di meglio? Per identificare e beneficiare delle esperienze ed evitare disastri, alcuni accademici hanno iniziato a fare ricerche sull’argomento. Così, il progetto Escape 3 dell’Università del Colorado a Boulder (USA) intende valutare la qualità della consulenza scientifica in tempi di pandemia. Abbiamo studiato 17 paesi.Lo ha detto il professor Roger Belkey ​​durante la sessione moderata da Vladimir Sucha. Poi lui e la sua squadra hanno potuto vedere che il Cile era un cattivo studente, ei politici non hanno invitato nessuno a guidarli, quando i paesi asiatici sembravano, almeno all’inizio, buoni studenti. Nel Regno Unito i rapporti tra esperti e decisori hanno costantemente oscillato tra adesione e rifiuto, e in Italia sono emerse questioni sociali in vigore. Peccato, non ci sono commenti diretti sulla Francia…

READ  L'IRSN celebra la scienza!

Durante questa epidemia, di cui hanno sofferto tutti i paesi del mondo, non si tratta solo di biologia (virologia, epidemiologia, genomica, ecc.), come ci ricordano gli osservatori, ma anche di disparità, salute mentale, educazione. , gerarchia di spesa, salvataggio della cultura e dell’economia… tutti se ne accorgeranno. Ora spetta agli scienziati condurre indagini e analisi dettagliate su tutte queste domande, senza limitarsi ai rapporti e alle osservazioni quotidiane che i media sono stati in grado di raccogliere. Un intero campo solcato dalle scienze umane e sociali per armarsi per le crisi di domani. Ma attenzione alla volatilità. “Non abbiamo una morale comune” Notato da Roger Bilke, si è imposto una classe mondiale. “Abbiamo bisogno di questo orientamento morale, per una migliore comprensione comune?” Chiesto. Siamo i mediatori della conoscenza. Deve essere in grado di dare “fiducia”, Insistere sull’eurodeputata Maria da Graça Carvalho, ex ministro della Scienza, dell’Università e dell’Istruzione superiore del Portogallo.

Sarà necessario fare appello a a “Governance dell’intelligenza artificiale?”

Ottieni chiarimenti su cosa “Conosciuto e sconosciuto. Fare buone combinazioni. Questa è la più difficile”, lei insiste. Senza contare che i veri consulenti – che abbiamo verificato non presentano alcun conflitto di interessi – possono “Suggerire cose impopolari”, al Professor Kira Matos dell’Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong. O che le persone spesso agiscono Consigli sulla scienza delle ombreEsperti che sussurrano nelle orecchie dei politici e possono sfidare i consigli più ufficiali.

La gestione dei dati insufficiente diventa quindi gonfia – “Crescere esponenzialmente” Graça Carvalho nota – c’è un’altra difficoltà da superare, che aumenterà con nuove crisi in futuro (riscaldamento globale, rafforzamento di un’epidemia o di un’altra epidemia, estremismo, ecc.). Sarà necessario fare appello a a “Governance dell’intelligenza artificiale?”chiede Kira Matos. ma nonostante “esperti legali”Sapere come raccogliere dati rilevanti e utilizzare buoni algoritmi? Dove si svilupperà, in un momento in cui molti studiosi presenti all’INGSA 2021 hanno chiesto il sistema consultivo “adattato alla cultura” Da quale paese o regione sei considerato? L’argomento deve essere gestito con attenzione quando riappare il nazionalismo e cosa è successo “Acquisizione di vaccini da parte di alcuni paesi senza basi scientifiche ed etiche”.Come abbiamo indicato, Jean-Philippert Nsingimana, ex ministro della gioventù e delle tecnologie dell’informazione del Ruanda, è stato molto criticato. Oggi, il direttore generale dell’istituzione “Progetti comuni”, combatte per “Libera tutto il potenziale della tecnologia e dei dati per il bene più grande.” Per garantire questo bene comune, si comprenderà che una scienza post-ordinaria – in cui alcuni vedono a “La democratizzazione della scienza” Ha un brillante futuro davanti a sé. Molto lavoro attende la comunità scientifica globale.

READ  Cette boisson alcoolisée serait bénéfique pour la santé du microbiote intestinal...Et c'est la science qui le dit!

1) Titolo dell’articolo del blog di Sylvie Fuchu, Professore Associato di Economia presso le Università. Direttore di Executive Education presso IFG e Direttore di Academic Innovation presso INSEEC U, per leggere il primo approccio al concetto. Non ha partecipato a INGSA2021.

2) Il servizio scientifico interno della Commissione europea, che fornisce consulenza scientifica indipendente e basata su prove che aiuta a guidare l’elaborazione delle politiche dell’UE, Secondo il suo sito ufficiale.

3) Escape pour valutazione dei pareri scientifici in caso di pandemia. su peut Consulta questo sito.