Giugno 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Rivoluzionarie “carte solari” ad alta efficienza che catturano la luce solare e producono anche acqua

Rivoluzionarie “carte solari” ad alta efficienza che catturano la luce solare e producono anche acqua

Ispirandosi alle foglie degli alberi, i ricercatori britannici creano celle solari in grado di garantire prestazioni migliori attraverso il raffreddamento automatico. Per ora è solo un concetto, ma è promettente.

Anche tu sarai interessato

[EN VIDÉO] Queste sottili celle solari trasformano qualsiasi superficie in una fonte di energia I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT, USA) hanno sviluppato una tecnologia…

La natura fa le cose bene ed è per questo che la scienza spesso trae ispirazione da essa. Nel campo della produzione di energia, in particolare dei pannelli solari, i ricercatori britanniciCollegio Imperiale a Londra Natura imitativa con il concetto di “foglie solari” o foglie fotovoltaiche.

Invece di un grande pannello solare, i ricercatori hanno immaginato un gran numero di piccoli pannelli solari a forma di foglie. La tecnologia fotovoltaica non ha subito alcuna rivoluzione, ma la particolarità di questi moduli è che contengono, come le foglie degli alberi, piccoli rami di bambù che servono a distribuire il liquido attorno alle celle. Perché ? Per ridurre la temperatura delle celle fotovoltaiche esposte alla luce solare diretta. Devi sapere che il pannello fotovoltaico in realtà è in grado di catturare solo il 24,5% della luce che riceve. Solo una parte dello spettro solare può essere assorbita efficacemente dalle celle. Purtroppo il resto viene assorbito solo sotto forma di calore. Ciò ha l’effetto di surriscaldare le celle e di renderle meno efficienti accelerandone anche il degrado.

Riduzione del 75% della temperatura della cella

Certo, esistono metodi di raffreddamento ad acqua e con flusso d’aria, ma consumano energia extra, il che alla fine non fa molto. Con il concetto di foglia solare, i ricercatori hanno risolto questo problema imitando l’azione degli alberi. Quest’ultimo fornisce acqua alle foglie “sudando”.

READ  Nel Black Friday crollano del -80%

Nel caso di questi pannelli solari, contengono tutti un piccolo serbatoio d’acqua. In esso sono immerse tante piccole fibre di bambù. Attraverso questo l’acqua circolerà passivamente in un canale di piccole sfere di idrogel. Attraverso questo processo, i ricercatori stimano che questo metodo di raffreddamento sarà in grado di mitigare fino al 75% del riscaldamento non necessario proveniente dal sole. La cella sarà quindi in grado di assorbire fino al 13,2% di energia solare in più rispetto al pannello attuale. Meglio ancora, perché gli scienziati sono andati un po’ oltre con i loro esperimenti.

Facendo “sudare” questi pannelli solari con una soluzione salina, il vapore generato può essere recuperato come acqua dolce, producendo così acqua potabile. Questa condensazione può essere utilizzata in inverno per il riscaldamento domestico o per il riscaldamento dell’acqua in casa. Anche se il processo è testato, al momento è solo un concept e la commercializzazione potrebbe richiedere del tempo, forse non in queste modalità.

Il nuovo numero della rivista Mag Futura. In che modo l’universo ci influenza? Disponibile ora in edicola:

io trovo futura rivista In edicola

Scoprilo in questo nuovo numero:

  • Un dossier centrale: “In che modo l’universo ci influenza?” »;
  • Un editoriale su una questione ambientale: “Facing Gaia – Montagne e santuari sotto pressione”;
  • E tanti altri formati per comprendere e preservare meglio il mondo: quarti di animale, meccanica della bellezza, dove va la tecnologia?, epifania cosmica, scienza nei fumetti…