Febbraio 28, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Ratti e carote non vanno d’accordo

Ratti e carote non vanno d’accordo

Organizzazione americana Preservare l’isola, dedicato specificamente all’eradicazione delle specie invasive dalle isole (sia animali che vegetali), cita spesso come esempio due isole dell’arcipelago delle Galapagos, Rabida e Pinzon, al largo delle coste del Sudamerica. Dopo che i topi sono scomparsi, è stato notato per la prima volta un geco, un piccolo rettile che si credeva fosse scomparso lì.

La rimozione dei ratti da diverse isole potrebbe avere un effetto indiretto sulla lotta al cambiamento climatico, aiutando l’ecosistema combinato che costituisce un’isola e le sue barriere coralline a resistere meglio alle tempeste e all’innalzamento del livello del mare: la salute delle barriere coralline fornisce già una barriera migliore e in così facendo protegge l’isola dallo Stripping.

Dovresti sapere che il legame tra ratti e coralli è in parte attraverso gli uccelli che vengono a deporre le uova su queste scogliere, e in parte attraverso le macroalghe (o macroalghe) circostanti.

L’associazione con gli uccelli è nota da tempo: mangiando uova, i topi hanno decimato le popolazioni di uccelli. D’altra parte, l’associazione con le alghe fu scoperta solo molto più tardi: macroalghe e coralli competono per i nutrienti; Quando i coralli sbiancano a causa del riscaldamento, queste alghe ne approfittano e limitano la capacità di recupero dei coralli. oro, studio Una pubblicazione del 2019 ha rivelato che le isole “prive di topi” ospitavano più pesci erbivori, che successivamente hanno divorato più di queste alghe.

Lo stesso studio ha concluso che le isole che hanno mantenuto le loro popolazioni di uccelli avevano un altro tipo di alghe, che aiuta le barriere coralline danneggiate dallo sbiancamento a riprendersi più velocemente.

Tuttavia, la complessità di queste interazioni significa che l’eradicazione dei topi non ripristinerà gli ecosistemi dall’oggi al domani. Lo scorso marzo, la piccola isola di Iroj nelle Isole Marshall (Oceano Pacifico occidentale), Decreto “Senza topi” è stato emesso Dopo un anno di lavoro da parte della Repubblica delle Isole Marshall e conservazione delle isole. Il biologo britannico Casey Pinquet, della Lancaster University, è un esperto di ecosistemi marini, Si stima, tuttavia, che ci vorranno 15 anni all’ecosistema dell’isola di recuperare parzialmente.

READ  Bassa bionda, alta mora muscolosa...: ecco come sono la donna e l'uomo "ideali", secondo l'intelligenza artificiale