Aprile 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Quali sono le soluzioni per evitarlo?

Quali sono le soluzioni per evitarlo?

Quali procedure ci sono a monte? E se il leader ha la sfortuna di affrontare l’insolvenza, come può essere sostenuto? Per tutte queste domande, il commercialista è la figura principale che sta fianco a fianco con l’imprenditore contro ogni previsione.

Cos’è uno stato di Stop Payment (DCP)?

Prima di tutto, torniamo al termine “dichiarazione di fallimento”, secondo la legge, questa espressione non esiste: qui parleremo del caso di stop payment (DCP).

Una società è considerata fallita quando non è in grado di far fronte ai propri obblighi di pagamento con le risorse disponibili (ovvero ha scadenze: finanziarie, sociali, ecc. non può pagare a causa di liquidità/mancanza di liquidità). Questo caso di sospensione del pagamento deve essere dichiarato al tribunale commerciale entro e non oltre 45 giorni dopo la sua notifica. In caso contrario, il tribunale commerciale può rilevare un errore amministrativo e quindi visualizzare la data di sospensione dei pagamenti.

“Quando fai la tua richiesta di sospendere i pagamenti, fissi una data in cui non pagherai nulla e questo ti protegge. Ma il tribunale è sovrano per far tornare indietro quella data fino a 6 mesi prima (chiamiamo quel periodo sospetto : La data di deposito della pratica fallimentare e la data del tribunale che consente specificamente al tribunale di sapere cosa è successo in azienda (come, ad esempio, favorire un creditore rispetto a un altro, pagare un’ulteriore retribuzione a un dipendente e non a tutti). ..) e sulla base della sua indagine, il tribunale commerciale può quindi modificare la data della sospensione del pagamento o della dichiarazione DCP » Illumina Jean-Luc Roset.

Qual è il ruolo del ragioniere?

READ  Le sous-traitant d'Orange Scopelec, qui compte 3600 salariés, en procédure de sauvegarde

“Quello che è importante qui è il monte. Quando il dottore commercialista sente che ‘c’è un incendio’ dovrebbe vedere rapidamente il suo cliente e poi tenere un incontro con le banche e il committente e questo dovrebbe essere organizzato il prima possibile in quanto ciò fornisci al tuo cliente nuove possibilità per continuare prima di arrivare ad una situazione di stallo.Pagamento che è quindi inevitabile.Anche a questo punto è necessario verificare se ci sono garanzie personali in azienda. Vi sono infatti fascicoli che un amministratore, per garanzia personale o perché desidera mantenere la propria azienda, può considerare o un procedimento di classe o un piano di continuazione (o amministrazione controllata). È certamente un fallimento, ma la società potrà comunque continuare e questo non le impedisce di continuare se l’amministratore lo desidera. Quindi qui è necessario informarli in anticipo. »

Quali sono le azioni collettive per ritardare o evitare il DCP?

Generalmente un’impresa in difficoltà deve fare i conti con un gran numero di creditori. Si parlerà allora di un gruppo di creditori, e quindi di procedure concorsuali (che si rivolgono contemporaneamente a tutti i creditori) che possono essere pubblicate prima che si trovino in mora. quali sono ?

mandato personalizzato La procedura riguarda un dirigente d’azienda che si trova in momentanee difficoltà senza disporre di dati personali. Può rivolgersi al tribunale commerciale, che nomina un agente per assisterlo. Quest’ultimo avvicinerà i creditori per trovare soluzioni e ciò eviterà che l’azienda sia oggetto di informativa al pubblico (sempre dannosa per la reputazione e l’immagine dell’azienda).

riconciliazione : il manager pensa che avrà difficoltà (senza essere in DCP) ; Di fronte ad una crisi energetica, ad esempio, il manager vede che la situazione diventerà difficile e può considerare di scendere a patti con il tribunale commerciale, che nominerà anche un agente per assisterlo.

READ  Trenitalia a transporté 150.000 voyageurs en trois mois entre Paris et Lyon

Attenzione, queste precauzioni hanno un costo per il manager, perché dal momento in cui un agente, detto anche amministratore, lo assiste nel tentativo di salvare la sua azienda, il manager dovrà pagarlo.

Preservazione : Intervenire direttamente davanti alla curatela giudiziaria.

Come prima, il tribunale commerciale nomina un funzionario e congela gli obblighi della società (per un periodo di 6 mesi, rinnovabile una volta). La procedura di protezione è soggetta alla registrazione in KBIS, nonché in BODACC; È anche oggetto di pubblicità legale.

guardia : Relativo alle imprese in fallimento (DCP). Ha lo scopo di consentire la prosecuzione dell’attività della società, mantenere l’occupazione e saldare gli obblighi. Il tribunale, sentiti il ​​mandante (detto anche debitore), l’amministratore, il legale rappresentante ei rappresentanti dei lavoratori, decide sul piano di risanamento giuridico che non può superare la durata di 10 anni.

Liquidazione giudiziale (con due rami)

Liquidazione giudiziale classica : “È la morte dell’azienda”. Ciò porta al licenziamento dei dipendenti, alla vendita di beni, alla cessazione della produzione … L’azienda può scomparire completamente e semplicemente, a meno che l’acquirente non voglia essere il successore, nel qual caso può acquistare l’azienda per un importo simbolico. Ma deve inevitabilmente subentrare nei contratti d’affari.

Liquidazione giudiziale semplificata : riservata alle imprese di piccolissime dimensioni (quelle che non possiedono immobili e generano un fatturato inferiore a 750.000 euro), la procedura è accelerata rispetto a una liquidazione giudiziale tradizionale.

In entrambi i casi, una volta liquidata la società, il debitore non deve più nulla ai suoi creditori. Ma attenzione, se una liquidazione giudiziale semplificata può essere velocissima, non è così per le liquidazioni giudiziali tradizionali che possono richiedere anni a causa di contenziosi da risolvere: tanti debiti insoluti, procedimenti giudiziari del lavoro in corso. Il che è molto pesante psicologicamente per un dirigente che non sa mai se un liquidatore gli chiederà carte, documenti giustificativi, prove, bilanci, ecc.

READ  Philips abbina il suo rasoio OneBlade a uno smartphone

“È un’avventura dolorosa e se stai con il tuo cliente da 10 anni o più, qualunque cosa Qualunque sia la difficoltà che sta affrontando, anche tu lo sostieni in questo processo. Il dottore commercialista deve essere presente per provare la cessazione, ma può anche accompagnare il suo cliente all’udienza per assisterlo presentando un’autorizzazione (da parte del preponente) al tribunale di commercio. E per me è tanto naturale quanto etico non lasciare solo un dirigente d’azienda in una situazione così dolorosa». Jean-Luc Roset conclude.