Aprile 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Per il diplomatico russo dissidente Boris Bondarev, la Russia ha “già perso la guerra”

Per il diplomatico russo dissidente Boris Bondarev, la Russia ha “già perso la guerra”

Sul social network LinkedIn, si descrive come “Diplomatico in esilio”, con sede a “Luogo inesistente” Si afferma che è aperto a qualsiasi offerta di lavoro. Boris Bondarev era quasi scomparso dal 23 maggio e dal sorprendente annuncio delle sue dimissioni dalla diplomazia russa, che ha servito fedelmente per vent’anni, dall’inizio dell’era Putin, seguendo la via classica (MGIMO, Rapporti dell’Istituto intergovernativo di Mosca). Ora il ragazzo vive da qualche parte in Svizzera, con parte della sua famiglia è riuscito a scappare dalla Russia. È sotto la protezione della Polizia federale svizzera, in attesa dello status di rifugiato politico.

Hai paura della vendetta dopo la tua separazione? I critici del sistema a volte arrivano a tragiche fini…

Cerco di pensarci il meno possibile. Inoltre, non sono sicuro di essere un pesce abbastanza grande da interessare il Cremlino. In ogni caso, quello che è successo è successo e ne accetto le conseguenze, qualunque cosa accada. Era mio dovere morale parlare francamente della disgrazia che questa guerra rappresentava per la Russia, poiché ne avevo parlato solo durante il servizio militare per vent’anni. E più passava il tempo, meno era divertente. Soprattutto a Ginevra, dove le relazioni tra diplomatici russi e occidentali sono diventate sempre più tese negli ultimi anni. Sono sollevato di poter dire quello che penso, mentre i miei ex colleghi continuano a moltiplicare le dichiarazioni di guerra a Ginevra, alle Nazioni Unite, ovunque.

Leggi anche: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti Sei mesi dopo la guerra in Ucraina, Kiev affronta la sfida della restaurazione

Il servizio diplomatico russo da cui provieni è ancora all’altezza del suo antico prestigio?

Durante gli anni ’90, i diplomatici russi ricevevano stipendi molto bassi. Molti di loro hanno lasciato il Dipartimento di Stato per guadagnare soldi altrove. Certo, meglio che a sinistra. Un quarto di secolo dopo, siamo ancora lì: il livello degli amministratori delegati non è più quello di una volta. Inoltre, la diplomazia è solo uno strumento al servizio degli obiettivi di politica estera del governo, ne è uno specchio. Se miri alla cooperazione e alle relazioni armoniose con gli altri, la tua diplomazia ti sosterrà. Al contrario, se vuoi confrontarti con certi paesi o anche con il mondo intero, se vuoi imporre la tua volontà ad altri, ti attieni. Può essere fermo, rigido e inflessibile. Anche la maleducazione, o anche la volgarità: ciò a cui stiamo assistendo attualmente in Russia. Maria Zakharova, un’aggressiva portavoce del ministero, è l’incarnazione di questa posizione. La Russia è ora sventata.

READ  Un aereo russo si schianta in un aeroporto in Bielorussia, secondo l'opposizione

Hai ancora il 45,06% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.