Settembre 19, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Michael O’Leary (Ryanair) lo trova troppo costoso e per ora lascia cadere il caso

Ryanair non diventerà cliente del Boeing 737 MAX 10, almeno non immediatamente. La compagnia low cost irlandese ha annunciato il 6 settembre di aver concluso le trattative con il produttore statunitense per l’acquisto di questo aereo, il più grande della famiglia 737 Max in grado di ospitare fino a 230 passeggeri. Le due parti non sono riuscite a trovare un accordo sui prezzi nonostante dieci mesi di trattative e Ryanair ha ritenuto che il divario tra le loro posizioni e quelle di Boeing fosse ancora troppo ampio per essere colmato. Il potenziale di questo ordine è stato stimato tra 100 e 200 dispositivi.

Michael O’Leary, amministratore delegato di Ryanair, non ha esitato a criticare la politica dei prezzi del produttore di aeromobili statunitense in un comunicato stampa: “Siamo delusi di non essere riusciti a raggiungere un accordo con Boeing sull’ordine del MAX10. Tuttavia, Boeing ha una visione più ottimistica dei prezzi degli aerei rispetto a noi e abbiamo l’abitudine coerente di non pagare prezzi elevati per gli aerei. L’eccentrico leader irlandese vede in questo il motivo per cui nelle ultime settimane Delta Air Lines e Jet2 hanno preferito ordinare l’A321 NEO (nuovo motore opzionale) ad Airbus, il principale concorrente del 737 MAX 10.

Grande vittoria per Airbus su Boeing: Jet2 ha scelto l’A321 Neo sul 737 Max

Delta ordina nuovi Airbus A321 NEO per supportare la ripresa del mercato statunitense

Forte pressione sui prezzi

Queste dichiarazioni seguono quelle rilasciate la scorsa settimana e riportate da Reuters. Poi il capo di Ryanair ha lasciato intendere che nessun accordo sarebbe stato raggiunto prima della fine dell’anno sul 737 MAX 10 – lungi dall’essere ottimista sullo stesso argomento a luglio – mentre annunciava che avrebbe potuto ordinare fino a 250 aerei in più. Cinque anni se Boeing taglia i prezzi.

READ  Alla Medef Summer School, Geoffroy Rue de Bisieux e Bruno Le Maire sono all'unisono sulle misure da adottare per rilanciare l'economia

Dopo ripetute battute d’arresto al 737 Max dalla fine del 2018, che è fermo da due anni, Boeing sembra incline a concedere sconti significativi per rilanciare i suoi aerei e cercare di colmare il divario con la famiglia A320. Una strategia che sta già dando i suoi frutti con 529 ordini fermi piazzati dall’inizio dell’anno, di cui 140 per Southwest Airlines e 250 per United Airlines.

Ryanair ha già effettuato vendite

Ryanair si è impegnata per ulteriori 75 copie del 737 MAX 8 – nella sua versione ad alta densità 8-200 – a dicembre 2020. Un contratto è stato firmato solo due settimane dopo il via libera delle autorità statunitensi per rinnovare il servizio aereo e anche prima commerciale i voli sono effettivamente ripresi. È una scommessa sicura che la compagnia abbia poi ottenuto grandi sconti prima di concludere il primo importante ordine di 737 MAX da quando l’aereo è stato vietato, ma anche dall’inizio della crisi sanitaria.

Michael O’Leary ha quindi ringraziato i suoi partner Boeing per la loro “stretta collaborazione negli ultimi 18 mesi per riprogrammare le consegne dell’aeromobile, per fornire un equo compenso che rifletta i costi sostenuti da Ryanair a causa di questi ritardi di consegna e per accettare questo nuovo ordine esteso di aeromobili.” “

L’inverno si preannuncia molto complicato per le compagnie europee, secondo Lufthansa e Ryanair

Ryanair prevede 90-100 milioni di passeggeri quest’anno: lo stock è in aumento

Basta sospendere le trattative?

Quell’ordine per il 737 Max 10 potrebbe vedere di nuovo la luce del giorno nei prossimi mesi. La società, che vanta 450 Boeing 737-800 e undici 737 Max 8 nella sua flotta, dovrebbe ricevere in consegna altre 199 copie del 737 Max entro il 2025 (prevedendo provvisoriamente consegne fino a dicembre 2024). Quindi ha tempo per negoziare un nuovo contratto e spingere Boeing ad abbassare i prezzi.

READ  Numeri record a Wall Street con ottimismo sul Covid

La trattativa può essere ancora serrata, come dimostra il round appena concluso. Dopo due anni bui, Boeing ha ridimensionato i suoi aerei 737 MAX, firmando alcuni grossi ordini – nonostante le numerose cancellazioni – e riprendendo le consegne (127 aerei dall’inizio dell’anno). È quindi ragionevole ritenere che il costruttore di aerei statunitense stia cercando di alzare poco a poco i prezzi per consentire al suo programma di ripristinare una parvenza di equilibrio economico, anche se questo dipende sempre più dalla fornitura di servizi post-vendita alle compagnie aeree.

Salvata dallo Stato francese, Air France-KLM può acquistare il Boeing 737 MAX a spese dell’Airbus A320 Neo?