Luglio 16, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’Unione europea ristagnerà questo inverno

L’Unione europea ristagnerà questo inverno

Nuove previsioni della Commissione Europea indicano una moderata ripresa in primavera.

Bruxelles

Con l’inverno arriva Recessione. La Commissione europea venerdì ha rivisto drasticamente al ribasso le sue previsioni per l’economia europea, a causa dei prezzi dell’energia e dell’aumento dei livelli di inflazione. La recessione dovrebbe entrare nell’ultimo trimestre dell’anno, che proseguirà nel primo trimestre del 2023. Il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, riassume: “Ci aspettano mesi difficili”.
Per il 2022, l’esecutivo dell’UE stima che la crescita del PIL dell’eurozona sia di circa il 3,2% e del 3,3% per l’Unione nel suo insieme, che è molto più alta delle previsioni precedenti (2,7%). L’economia europea ha finora resistito all’impatto della guerra in Ucraina meglio del previsto, dopo essersi ripresa da una recessione storica nel 2020. Grazie alle massicce politiche fiscali del governo a favore delle famiglie e delle imprese. Ma l’economia sta ora entrando in una fase più pericolosa. Il motivo del cambiamento è noto: pressione sui prezzi dell’energia, erosione del potere d’acquisto delle famiglie, incertezza e condizioni di finanziamento più restrittive. Paolo Gentiloni osserva che “il trauma della guerra comincia a superare”. Abbastanza da far precipitare l’Unione, l’eurozona e la maggior parte degli Stati membri in una recessione tecnica, il che significa che il prodotto interno lordo è diminuito per due trimestri consecutivi.

Anche la previsione per il 2023 è stata drasticamente rivista al ribasso. La crescita del PIL resterà alquanto positiva, attestandosi allo 0,3% per i paesi che condividono la moneta unica (contro l’1,4% previsto finora) e l’unione. È in particolare il forte calo della produzione attraverso il Reno che contribuirà a trascinare l’Unione nella recessione questo inverno. L’economia tedesca, che storicamente era stata largamente dipendente dalle importazioni di gas russo, è stata duramente colpita dalle conseguenze della guerra in Ucraina. Avrà la peggiore performance dell’Eurozona, con una recessione dello 0,6% nel 2023, prima di ripartire l’anno successivo con un livello di crescita paragonabile a quello del 2022. Francia (0,4%) e quindi Italia (0,3%), come i Paesi Bassi (0,4%) e la Spagna (1%) subiranno significativi rallentamenti economici il prossimo anno.

READ  Quali sono le regole del servizio personale riguardo al giardinaggio?

Tuttavia, è prevista una ripresa nella primavera del 2023, “mentre l’inflazione allenta gradualmente la presa sull’economia”, come stabilito dall’Esecutivo europeo. Ma questa ripresa sarà “moderata, perché lo shock negativo sui prezzi dell’energia continuerà”, sottolinea Paolo Gentiloni. La crescita dovrebbe aumentare ulteriormente nel 2024 (+1,6% per l’UE e +1,5% per l’eurozona).

alta inflazione

C’è poco spazio in questo buio: è il mercato del lavoro che resiste bene. La crescita del tasso di occupazione nell’UE dovrebbe raggiungere l’1,8% nel 2022, prima di stabilizzarsi nel 2023 e muoversi moderatamente (+0,4%) nel 2024.
Per quanto riguarda i prezzi, Bruxelles prevede che l’inflazione sarà più forte del previsto all’8,5% (contro il 7,6% precedentemente previsto). La buona notizia è che l’aumento dei prezzi dovrebbe raggiungere il picco stimato del 9,3% entro la fine dell’anno. Se rimane elevata nel 2023, l’inflazione dovrebbe scendere al 7% nell’UE e al 6,1% nell’Eurozona, attestandosi nel 2024 rispettivamente al 3% e al 2,6%. Dall’altra parte del Reno, l’inflazione sarà ben al di sopra della media nel 2023 (7,5%), il doppio del tasso di inflazione in Francia (4,4%). Ha già raggiunto un record attraverso il Reno (vedi riquadro).

“L’incertezza è ancora eccezionalmente alta” a causa della guerra e potrebbe portare a numeri peggiori, ma Paolo Gentiloni ha avvertito. Le difficoltà nel riempimento delle riserve di gas per l’inverno 2023-2024 saranno un elemento determinante. Un fallimento su questo fronte potrebbe portare a uno scenario più pessimistico, dove il PIL potrebbe scendere dello 0,9% nel 2023 e l’inflazione si dimostra più stabile.


Guarda anche – Olivier Veran:La Francia è il paese europeo con il tasso di inflazione più basso»

READ  Quali sono i disordini nel vostro Comune?