Giugno 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Lo studio rivela le prime innovazioni agricole senza precedenti, con le slitte trebbianti, nella Grecia neolitica.

Lo studio rivela le prime innovazioni agricole senza precedenti, con le slitte trebbianti, nella Grecia neolitica.

Comprendere le antiche tecniche agricole è fondamentale per ricostruire l’evoluzione delle società umane e delle loro organizzazioni. Un recente studio pubblicato sulla rivista Giornale di scienze archeologicheRivela che la trebbiatura veniva utilizzata in Grecia già nel 6.500 a.C., 3.000 anni prima di quanto stimato in precedenza.

Questa ricerca, condotta dall’Università di Pisa, dal Consiglio Superiore per la Ricerca Scientifica (CSIC) della Spagna e dall’Università Aristotele di Salonicco, fornisce nuove prospettive sulle pratiche agricole e sulle innovazioni tecniche del Neolitico, nonché sul loro impatto sulle strutture sociali del Neolitico. il tempo.

Scoperte sorprendenti

La ricerca viene svolta nell’ambito di numerosi progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea, dall’Italia e dalla Spagna. ” Lavoriamo da anni per ricostruire le strade e i meccanismi necessari alla diffusione dell’agricoltura dal Medio Oriente al resto dei Paesi del Mediterraneo », Lui spiega Il professor Niccolò Mazzocco, dell’Università di Pisa, è il ricercatore principale. Egli conferma: L’innovazione e il modo in cui sono state introdotte le nuove macchine sono fondamentali per ricostruire i sistemi tecnologici precedenti ».

Tuttavia, recentemente, nell’ambito di un progetto incentrato sull’analisi degli strumenti agricoli del Neolitico antico in Grecia, in un certo numero di oggetti di epoca arcaica sono stati identificati alcuni oggetti recanti tracce di usura macro e microscopica, visivamente simili alle slitte trebbianti archeologiche. . Il Neolitico Medio. Questi pattini si chiamano “tribulum” in latino.

L’ambiente geografico e l’ubicazione dei siti studiati. © N. Mazzocco et al., 2024

La sua superficie inferiore aveva lame affilate o pietre incastonate al suo interno. Permettevano di separare i chicchi dalla pula durante la trebbiatura. Il tribolo, trainato da animali come i tori, passa sopra le spighe stese a terra. Questa azione ripetuta fa sì che le pannocchie si rompano e rilascino i chicchi, rendendoli più facili da raccogliere e lavorare.

READ  Fondazione INRS: Sostenere la scienza

Sono stati utilizzati per diverse migliaia di anni, fino ai tempi moderni, in alcune regioni agricole del Medio Oriente e del Mediterraneo. Poi furono gradualmente sostituite dalle moderne trebbiatrici. Mazzocco dice: In passato si pensava che questa innovazione fosse legata alla nascita delle prime nazioni, ma dal nostro studio emerge che il suo primo utilizzo è molto più antico ».

Metodologia moderna degli strumenti neolitici

Per ottenere questi risultati, i ricercatori hanno utilizzato la microscopia confocale a scansione laser, ma anche la spettrometria di massa. La microscopia laser confocale ha permesso di vedere in dettaglio gli effetti sottili dell’usura sugli strumenti di pietra. Confrontando le tracce lasciate dagli strumenti moderni, gli esperti hanno concluso che queste tracce rivelavano il loro uso specifico per la trebbiatura del grano. Esaminando le superfici degli strumenti, sono stati in grado di identificare distinti segni di usura, indicanti un uso ampio e prolungato.

I potenziali sci da trebbiatura sono stati identificati sulla base di modelli di usura macroscopici e microscopici. © N. Mazzocco et al., 2024

Da parte sua, la spettrometria di massa consente l’analisi dei residui organici presenti negli strumenti. Questo metodo ha confermato la presenza di cereali, indicandone l’uso nella preparazione del raccolto. Rilevando resti specifici di grano e orzo, i ricercatori sono stati in grado di confermare che questi strumenti venivano utilizzati in attività agricole complesse.

A livello microscopico, gli strumenti hanno superfici fortemente erose. È presente una miscela di vernici vegetali, abrasioni e striature. © N. Mazzocco et al., 2024

Il professor Mazzocco precisa: “ Queste tecniche hanno permesso di ottenere prove concrete e precise dell’uso della trebbiatrice “Questo probabile uso estensivo e sistematico delle slitte trebbianti indica un’organizzazione agricola avanzata e una sofisticata padronanza tecnologica dell’epoca. Quella che sarebbe stata considerata un’innovazione tardiva qualche decennio fa è ora dimostrata essere in realtà una pratica che esisteva fin dai primi tempi. Fasi neolitiche in Europa.”

READ  Perte de poids : 5 alimenti à "calorie negative" qui aident à maigrir à coup sûr !

Impatto sulle società neolitiche

Questa scoperta ha importanti implicazioni per comprendere lo sviluppo dell’agricoltura neolitica in Europa.

Il professor Niccolò Mazzocco conferma: “ La scoperta che i primi animali domestici furono utilizzati non solo come cibo ma anche come forza lavoro ci mostra un complesso processo di innovazione tecnologica “Le slitte trebbianti, aumentando la quantità di grano lavorato, hanno consentito una produzione agricola più efficiente. Ciò ha portato alla crescita della popolazione e alla diversificazione delle attività economiche. Ciò, di fatto, ha portato a una profonda modifica nella struttura sociale di queste società. Da qui il analisi dettagliata dei reperti archeologici L’utilizzo di metodologie avanzate aggiunge un capitolo cruciale nella storia dello sviluppo agricolo ed evidenzia quanto il Neolitico corrisponda ad un periodo di grande progresso tecnologico.

Pertanto le slitte trebbianti hanno rivelato dinamiche cruciali nell’evoluzione delle prime società agricole. Il suo primo utilizzo mostra come le innovazioni tecnologiche si siano diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo. Ciò avviene principalmente attraverso il commercio e la migrazione della popolazione. Le comunità hanno scambiato conoscenze e strumenti tecnici durante le interazioni commerciali, facilitando la diffusione delle innovazioni. Questi scambi hanno consentito alle aziende di diverse regioni di adottare queste tecnologie e adattarle alle proprie esigenze. In tal modo, hanno rafforzato i legami culturali ed economici tra loro. Questa diffusione tecnologica ha stimolato gli scambi e la cooperazione, dando origine a società più complesse e interconnesse.

Fonte: n. Mazzocco et al., “Una guida all’uso e all’usura della slitta da trebbiatura nella Grecia neolitica“, Giornale di Scienze Archeologiche, 2024