Dicembre 9, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Lo screening e l’immunizzazione necessitano ancora di progressi

Ogni anno, a 3.000 donne viene diagnosticato un cancro cervicale, una malattia causata quasi sempre da un’infezione da papillomavirus umano a trasmissione sessuale (HPV). Tuttavia, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), questo tumore, che uccide 1.100 donne ogni anno, può essere completamente debellato grazie a due interventi efficaci e complementari: lo screening e l’immunizzazione.

In occasione della Settimana europea per la prevenzione del cancro cervicale, Public Health France e National Cancer Institute hanno stimato, sabato 29 gennaio, che questi due dispositivi stanno procedendo, ma non sono ancora sufficienti: Circa l’80% delle donne sarà esposto all’HPV durante la vita. Molto comune, l’infezione è lieve nella maggior parte dei casi. Lo screening mira a rilevare e trattare le lesioni precancerose prima che si trasformino in cancro e consente inoltre di rilevare e curare i tumori in una fase precoce. L’Unione Europea raccomanda che almeno il 70% delle donne sia sottoposto a screening.

In Francia, il tasso di copertura dello screening varia notevolmente a seconda dell’età e del luogo di residenza. Raggiunge il 65% tra i 25 ei 45 anni per poi scendere al 45% tra le donne nella fascia di età 60-65 anni. In alcuni dipartimenti (es. Seine-Saint-Denis, Val-d’Oise e Val-de-Marne, alla periferia di Parigi), l’esame è ancora inferiore al 50%.

Fino al 2018, fatta eccezione per alcuni reparti, non esisteva un programma strutturato di screening., ricorda Francoise Hammers, epidemiologa di Public Health France nell’unità di cancro. Nonostante una campagna di follow-up a livello nazionale per posta e il pagamento completo del test, senza pagamento anticipato, solo il 59% delle donne di età compresa tra 25 e 65 anni è stato sottoposto a screening nel periodo 2018-2020, rispetto al 58% nel 2017-2019.

READ  découvrez les 10 signes précurseurs de la maladie qui doivent vous alerter

Questo esame deve essere eseguito entro gli intervalli di tempo consigliati: ogni 3 anni tra i 25 e i 29 anni (dopo due test eseguiti per 1 anno e i risultati sono normali) e ogni 5 anni tra i 30 ei 65 anni.

La vaccinazione, disponibile dagli anni 2000 contro l’infezione da HPV, è efficace quasi al 100% se iniettata prima dell’inizio della vita sessuale. Secondo Françoise Hammers, “La copertura vaccinale è ancora molto bassa in Francia”. Nel 2020, è stato stimato che fosse del 41% per una singola dose all’età di 15 anni (35% nel 2019) e del 33% per un regime completo all’età di 16 anni (28% nel 2019). In Francia, il vaccino non è completamente rimborsato e non esiste un programma di vaccinazione contro l’HPV regolamentato, come in Portogallo, Svezia o Regno Unito.

Secondo uno studio pubblicato bisturiUna marcata diminuzione dell’incidenza del cancro cervicale è stata osservata tra le donne ammissibili alla campagna di vaccinazione britannica, iniziata nel 2008. Tra le donne con maggiori probabilità di essere state vaccinate precocemente, all’età di 12 o 13 anni, il cancro cervicale è quasi scomparso. Molti paesi hanno anche ampliato la vaccinazione per i ragazzi, per proteggerli da alcuni tipi di cancro e per ridurre la trasmissione alle ragazze. È il caso della Francia nel 2021.