Maggio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’avvelenamento da sifone aumenta di cinque volte durante la carenza di carburante

L’avvelenamento da sifone aumenta di cinque volte durante la carenza di carburante

La mancanza di carburante ha portato alla sua parte di fastidi, battibecchi tra gli automobilisti stanchi di dover aspettare ore per ottenere finalmente il loro prezioso sesamo. Poi c’è chi ha deciso di ricorrere a soluzioni alternative e non proprio legali, Lei è il sifone.

Questo fenomeno sembra essersi sviluppato soprattutto nelle ultime settimane. In un comunicato diffuso venerdì,L’Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare, l’ambiente e la salute sul lavoro (ANSES) non nasconde le sue preoccupazioni. E per una buona ragione, il numero di avvelenamenti legati ai prelievi di carburante è quintuplicato dall’inizio di ottobre. Perché alcuni non esitano ad aggredire l’aspirazione aspirando il carburante con la bocca, rischiando così di ingoiarlo e di ubriacarsi.

ANSES avvisa in caso di ingestione

“Questi casi di avvelenamento si sono verificati principalmente tra il 9 e il 18 ottobre 2022, quando fino a un terzo delle stazioni di servizio erano Carburante in esaurimento sul territorio nazionale, scrive ANSES. Il carburante veniva prelevato dai serbatoi dei veicoli stradali e persino dalle macchine agricole o dalle attrezzature da giardinaggio come le falciatrici. »

Tuttavia, le conseguenze dell’inalazione non devono essere trascurate. ANSES aggiunge che l’ingestione può avere gravi conseguenze per le vie aeree. “La comparsa di febbre o una tosse prolungata a poche ore dall’ingestione sono i primi segni di una possibile polmonite da aspirazione. Alcuni pazienti hanno problemi respiratori che richiedono un consulto al pronto soccorso, o addirittura il ricovero”, si continua a leggere.

Questo fenomeno è preso abbastanza sul serio che ANSES arriva al punto di dare consigli in caso di inalazione. Pertanto, è importante non cercare di farti vomitare, per evitare il passaggio di carburante nei polmoni e nelle vie aeree. Si consiglia inoltre di non bere acqua, ma solo di sciacquarsi la bocca. Si sconsiglia inoltre di mettersi in viaggio, la vigilanza potrebbe essere ridotta. Forse l’idea migliore è ancora quella di non aspirare.

READ  L'influenza continua ad avanzare in Francia, quattro nuove regioni sono in fase pre-pandemica