Giugno 13, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’Autorità sanitaria suprema apre le porte a un esame generalizzato per i fumatori

La SHA è attualmente contraria allo screening generalizzato del cancro del polmone per i fumatori, ma ha sostenuto uno studio su piccola scala.

Martedì, le autorità sanitarie francesi hanno parlato di condurre prove su piccola scala del test Cancro ai polmoni nei fumatori, tenendo presente che è troppo presto per generalizzare un tale dispositivo su larga scala.

L’Alta Autorità per la Salute (HAS) ha stabilito nel suo parere che “lo stato delle conoscenze è ancora incompleto per stabilire un programma di screening sistematico e strutturato per il cancro ai bronchi in Francia”.

Tuttavia, il lancio del “d’ora in poi impegno per il programma pilota” sarebbe benvenuto per testare le acque, sfumatura di questo punto di vista. Questo è un aggiornamento di un precedente parere del 2016, in cui HAS si era già opposto allo screening regolato dagli scanner per il cancro ai polmoni, il più mortale in Francia con circa 33.000 decessi all’anno.

Lo screening può ridurre il tasso di mortalità per cancro

Nel frattempo, sono stati pubblicati nuovi studi sull’interesse per tale screening nei fumatori, poiché il cancro ai polmoni è spesso associato al fumo. Questo lavoro non è attualmente sufficiente per modificare l’opinione di HAS sull’opportunità di un ampio programma di screening, ma lo ha portato a riconoscere un’esperienza interessante sull’argomento.

In effetti, questi studi tendono a dimostrare che lo screening “nelle persone ad aumentato rischio di sviluppare questo cancro riduce la mortalità specifica da esso”, secondo l’HAS. Pertanto, ciò supporta il potenziale interesse nel testare i fumatori, nell’idea che il cancro ai polmoni che viene diagnosticato precocemente ha molte più possibilità di cura rispetto a se viene catturato in uno stadio avanzato.

READ  Distrov. "Cos'è la scienza?" Sarà il tema del divertente ricevimento

Il rischio di sovradiagnosi

Questa strategia, ad esempio stabilita negli Stati Uniti, è stata difesa per diversi anni da alcuni pneumologi, che hanno lamentato la riluttanza delle autorità sanitarie francesi. Ma lo screening organizzato pone anche rischi per la salute pubblica. Le autorità temono principalmente il pericolo di una “sovradiagnosi”: identificare tumori che comunque non si trasformeranno in cancro e, quindi, imporre trattamenti pesanti e inutili al paziente.

Per maggiore certezza, “le sperimentazioni francesi su larga scala sono necessarie per dare l’opportunità di rispondere ai vari punti salienti e decidere i metodi di screening più appropriati per il sistema francese”, conclude HAS, che sostiene che questi studi siano distaccati presso l’Istituto Nazionale dei Tumori (INCa).