Settembre 26, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’algoritmo di Facebook identifica erroneamente neri e scimmie

Il social network si è scusato dopo che uno strumento di riferimento ha suggerito video di “primati” dopo un video “Daily Mail” che mostrava persone di colore.

Articolo di

pubblicato

Aggiornare

momento della lettura : 1 minuto.

evoca Facebook “errore inaccettabile”. L’algoritmo di raccomandazione utilizzato dal social network chiedeva agli utenti se volevano vedere gli altri “Video Prime” Sotto un video di un giornale britannico che mostra i neri, è stato rivelato Il New York Times (link in inglese), venerdì 3 settembre.

“Ci scusiamo con tutti coloro che hanno visto queste raccomandazioni offensive”.Una portavoce di Facebook ha risposto all’AFP dopo le scoperte, confermando che il gruppo in California aveva disabilitato lo strumento di raccomandazione sull’argomento. “Una volta che ci rendiamo conto di cosa sta succedendo, per indagare sulle cause del problema ed evitare che si ripeta“.

video mail giornaliera, oltre un anno, intitolato “Un bianco chiama i poliziotti contro i neri nella marina”. Sotto, la domanda Stai guardando altri video sui primati? con opzioni Si No È stato mostrato sugli schermi di alcuni utenti, secondo uno screenshot pubblicato su Twitter da Darcy Groves, ex designer del gigante dei social media. “è scandaloso”Ha commentato, invitando i suoi ex colleghi di Facebook a intensificare la questione.

L’incidente mette in luce i limiti delle tecniche di intelligenza artificiale, regolarmente accusate di perpetuare luoghi comuni razzisti o perpetuare discriminazioni, come sottolineato nel giugno 2020 in questo articolo da Nomirama.

“Come abbiamo detto, anche se abbiamo migliorato i nostri sistemi di intelligenza artificiale, sappiamo che non è perfetto e che abbiamo dei progressi da fare”.portavoce di Facebook.

READ  La polemica sul nuovo modello è stata finalmente risolta