Giugno 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Corte internazionale di giustizia ordina a Israele di fermare “immediatamente” l’attacco militare a Rafah

La Corte internazionale di giustizia ordina a Israele di fermare “immediatamente” l’attacco militare a Rafah

Venerdì 24 maggio la Corte internazionale di giustizia, la più alta corte delle Nazioni Unite, ha ordinato a Israele di fermarsi ” subito ” Il suo attacco militare a Rafah. Anche il tribunale dell’Aia chiede di pronunciarsi su “ Qualsiasi altra azione portata avanti nel Governatorato di Rafah imporrebbe alla comunità palestinese di Gaza condizioni di vita che porterebbero alla sua distruzione fisica o parziale”.. Le ordinanze della Corte internazionale di giustizia, che decide le controversie tra Stati, sono giuridicamente vincolanti, ma non ha i mezzi per farle rispettare.

La corte ha inoltre ordinato a Israele di mantenere aperto il valico di Rafah per consentirne l’accesso “Senza restrizioni” Per gli aiuti umanitari. Infine, la corte ha chiesto il rilascio immediato delle persone tenute in ostaggio da Hamas durante l’attacco contro Israele del 7 ottobre 2023.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu riunirà alcuni dei suoi ministri del governo alle 17:00 ora locale (16:00 a Parigi) in una teleconferenza. “Consultazione” Il suo ufficio ha annunciato questa decisione.

Il Sudafrica aveva preso il controllo della Corte internazionale di giustizia e voleva che quest’ultima ordinasse a Israele di interrompere immediatamente tutte le sue operazioni militari e di facilitare l’arrivo degli aiuti umanitari.

Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Il valico di Rafah è la roccaforte strategica nel cuore del conflitto israelo-palestinese

“Livello terribile”

Pretoria lo ha dichiarato la scorsa settimana alla Corte internazionale di giustizia “Genocidio” commesso da Israele ha raggiunto “livello terribile”riferendosi in particolare alle fosse comuni, agli atti di tortura e all’ostruzione degli aiuti umanitari.

READ  L'era del Francafrique è finita.

Da parte sua, Israele ha confermato che il cessate il fuoco imposto consentirà ai combattenti di Hamas di riorganizzarsi e renderà impossibile il rilascio degli ostaggi presi durante l’attacco lanciato dal movimento islamico palestinese il 7 ottobre 2023.

Ci vorranno mesi, se non anni, perché la corte decida nel merito della causa intentata da Pretoria, che accusa Israele di violare la legge. “Genocidio” A Gaza, ma nel frattempo può ordinare un’azione urgente.

questo caso “Totalmente disconnesso” Dalla realtà lo è “Caricatura” Lo Stato ebraico ha risposto alla Convenzione delle Nazioni Unite sul genocidio, che accusa Israele di aver violato. “Chiamare qualcosa come genocidio, ancora e ancora, non lo rende genocidio. Ripetere una bugia non lo rende vero”.Lo ha detto alla corte Gilad Noam, vice procuratore generale israeliano per gli affari internazionali.

Prima prescrizione a gennaio

La corte, intentata dal Sudafrica alla fine di dicembre, ha ordinato a Israele a gennaio di fare tutto ciò che è in suo potere per prevenire qualsiasi atto di genocidio e consentire l’ingresso degli aiuti umanitari nella Striscia da Gaza.

Applicazione universale

Buongiorno mondo

Ogni mattina trovi la nostra selezione di 20 articoli da non perdere

Scarica l’applicazione

Ma non si è arrivati ​​al punto di emettere un ordine di cessate il fuoco. Tuttavia, per Pretoria, l’evoluzione della situazione sul campo – in particolare a Rafah – richiede una nuova ordinanza della Corte internazionale di giustizia.

Questa decisione arriva pochi giorni dopo che il procuratore della Corte penale internazionale, Karim Khan, ha richiesto l’emissione di mandati di arresto contro il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, il suo ministro della Difesa e tre leader di Hamas, con l’accusa di aver commesso presunti crimini nella Striscia di Gaza e in Israele. .

READ  Diretta - Ucraina: la Russia afferma di aver intercettato due aerei Nato sul Mar Baltico
Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Guerra a Gaza: il procuratore della CPI richiede mandati di arresto contro Netanyahu e i leader di Hamas per dimostrare che “tutte le vite sono uguali”

Il mondo con l’Agence France-Presse

Riutilizza questo contenuto