Maggio 19, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Italia: budget difficile da rispettare

Italia: budget difficile da rispettare

Il rallentamento della crescita sta nuovamente indebolendo le finanze pubbliche. La preoccupazione si riflette nei tassi di interesse sovrani.

Georgia Meloney ha difficoltà a tornare alla realtà. Dopo aver beneficiato di una crescita economica più forte del previsto all’inizio dell’anno, il leader della coalizione di destra al potere a Roma ha visto i segnali provenienti dall’economia italiana diventare rossi dall’estate.

Dalla scorsa settimana, è intrappolato nelle debolezze strutturali del paese in termini di finanze pubbliche. In un contesto di generale calo dei mercati obbligazionari, i rendimenti dei BTP a 10 anni (titoli di Stato italiani) sono aumentati ancora più bruscamente, avvicinandosi alla soglia del 5%.

E questo “diffondere” – ovvero il divario di tasso – tra Italia e Germania si è ampliato fino a sfiorare i 200 punti base, tornando ai livelli raggiunti durante l’ultima crisi bancaria sette mesi fa.

L’inflazione è ancora alta

Le discussioni presso la Banca Centrale Europea (BCE) per accelerare la riduzione del suo bilancio contribuiscono senza dubbio alle tensioni sul debito sovrano italiano.

È stato uno dei principali beneficiari del Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (PEPP) istituito dalla BCE nel 2020 per evitare un’esplosione nella zona euro attraverso un’inflazione incontrollata. si diffonde.

Ma la ragione principale di questa sfiducia nel settore edile viene da Roma. I mercati, che finora avevano accolto favorevolmente la politica di bilancio del governo Maloney, sono ora in preda allo scetticismo. Pubblicato: Il 28 settembre l’aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (DEF) utilizzato per la predisposizione del bilancio.

Questa nuova tabella di marcia pone fine agli sforzi di austerità. Mentre la previsione del deficit per il 2024 era del 3,7%, la nuova previsione è del 4,3%. E quest’anno la stima è passata dal 4,5 al 5,3%. I cambiamenti riflettono in parte una revisione al ribasso delle previsioni di crescita del Pil, secondo il DEF, dall’1 allo 0,8% nel 2023 e dall’1,5 all’1,2% l’anno prossimo. In un contesto del genere, l’economista di Credit Agricole Sofia Tosi stima che sarà difficile completare la dotazione di 30 miliardi di euro prevista per le misure della prossima legge fiscale.

READ  "Fine vita" per Pogba?

Restano però sul tavolo molte altre questioni, come la riduzione del carico fiscale sul lavoro e la riforma delle pensioni (l’allentamento della legge sulle pensioni nel 67).

Inoltre, il governo vuole rilanciare le misure a sostegno del potere d’acquisto (bonus benzina, incentivi fiscali, ecc.). Perché anche se l’inflazione tende a diminuire, rimane elevata, con i prezzi al consumo in aumento del 5,3% su base annua il mese scorso, rispetto a una media del 4,3% per la zona euro. Secondo UniCredit Bank dovrebbe salire al 6% fino al 2023, per poi scendere al 2,3% l’anno prossimo.

Infine, va sottolineato il peso sul bilancio degli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica. Attuato nel 2020 e parzialmente revocato lo scorso febbraio, questo “superbonus” dovrebbe aumentare il deficit stimato di quest’anno di due punti percentuali del PIL (2%), osserva Sofia Tosi.

Una linea controversa

In un contesto politico in cui è improbabile una tassazione aggiuntiva sulle famiglie, il governo ha trovato due modi per aumentare le risorse: da un lato ha abolito il “reddito di cittadinanza” per i poveri, dall’altro. , che ha abolito il “reddito di cittadinanza” per i più poveri, e un’altra, che ha introdotto una tassa sui “profitti in eccesso” delle banche, il cui inaspettato annuncio lo scorso agosto è stato accolto male negli ambienti europei, in particolare dalla BCE.

Sebbene questa tassa bancaria eccezionale, che dovrebbe raccogliere 2 miliardi di euro, sia finalmente stata diluita, il suo effetto è negativo sui mercati finanziari e c’è da preoccuparsi per i suoi effetti sugli investimenti delle imprese italiane.