Giugno 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Influenza aviaria: la prima morte umana dovuta al ceppo H5N2 nel mondo, annuncia l’Organizzazione Mondiale della Sanità

Influenza aviaria: la prima morte umana dovuta al ceppo H5N2 nel mondo, annuncia l’Organizzazione Mondiale della Sanità

Quest’uomo, che non aveva precedenti di manipolazione di pollame o altri animali, è morto il 24 aprile.

Oggi, mercoledì, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato la prima morte del virus dell’influenza aviaria AH5N2 nel mondo, in Messico.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato sul suo sito web: “Questo è il primo caso umano confermato in laboratorio di virus dell’influenza A (H5N2) nel mondo e la prima infezione da virus dell’influenza A (H5) registrata in una persona in Messico”.

Secondo la fondazione, la vittima sarebbe un uomo di 59 anni che vive nello stato centrale del Messico, e la fonte di esposizione al virus segnalata nel pollame in Messico è sconosciuta.

Quest’uomo, che non aveva precedenti di manipolazione di pollame o altri animali, è morto il 24 aprile. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, che è stata informata del caso il 23 maggio, ha affermato che il paziente ha sviluppato febbre, mancanza di respiro, diarrea, nausea e malessere generale il 17 aprile.

Il ceppo H5N2 differisce dal ceppo H5N1 associato all’attuale epidemia nei bovini negli Stati Uniti, di cui sono stati segnalati tre casi umani.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha osservato che non aveva “nessun contatto noto” con pollame o altri animali e soffriva di molteplici problemi di salute.

“Non c’è pericolo per la popolazione”

Il Ministero della Salute ha sottolineato che al momento non sono stati segnalati ulteriori casi umani di infezione da H5N2 e che “non vi è alcun rischio per la popolazione”. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha considerato questo rischio “basso”.

READ  Fantascienza poetica - Leon Demin

Questa morte arriva dopo che a marzo erano stati scoperti casi di infezione da H5N2 nel pollame d’allevamento nello stato di Michoacan, che confina con lo stato del Messico dove viveva la vittima.

Altri casi del virus H5N2 sono stati successivamente identificati nello stesso mese nel pollame di Texcoco, in Messico, e in aprile a Temascalapa, nello stesso stato.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, al momento “non è stato possibile determinare se questo primo caso umano sia legato alla recente epidemia tra il pollame”. Ha aggiunto che questa è “la prima infezione da virus aviario H5 in una persona segnalata in Messico”.

L’H5N2 è meno patogeno dell’H5N1 e negli ultimi anni l’H5N2 è stato segnalato negli allevamenti di vari paesi del mondo. Ad oggi non è stata documentata alcuna trasmissione all’uomo.

Per quanto riguarda l’H5N1, attualmente non esistono prove di trasmissione da uomo a uomo, ma l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha espresso “grave preoccupazione” in aprile per la diffusione di questo ceppo.