Gennaio 30, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Incidente in Nepal: coincidenza scioccante, il marito del copilota è morto in un altro incidente aereo 16 anni fa

Gli ultimi risultati dell’inchiesta sono allarmanti.

questa domenica, E Aeroporto linea aziendale Yeti Airlines Con 72 passeggeri a bordo, tra cui quattro membri dell’equipaggio, è precipitato nei pressi dell’aeroporto di Medina Pokhara au Nepal. Secondo gli ultimi rapporti, nessuno sarebbe sopravvissuto.

Leggi anche:
Incidente aereo della Yeti Airlines in Nepal: cosa sappiamo degli ultimi istanti prima del disastro

Onorare

E davvero catastrofe avvolto in un grande mistero. In effetti, è impossibile sapere cosa abbia causato il crash del dispositivo. I primi elementi dell’indagine sono conclusivi: n Avvertimento A sparare è stato il pilota, che si è voltato egregiamente davanti alla tragedia, come testimoniano le terribili foto postate sui social. Considerando che una richiesta di cambio corsia è stata fatta (ed accolta) nelle regole dell’art. E pensare che l’aeroporto è aperto solo da due settimane.

Questo martedì sono emersi nuovi elementi dell’inchiesta. E hanno paura. Come precedentemente specificato, l’equipaggio era composto da quattro membri. Tra loro c’è un copilota che ha risposto al nome Anju Khatiwada. Una terribile coincidenza: suo marito (Deepak Pokhrel) è morto 16 anni fa… in un incidente aereo. Era a Jumla nel 2006. Il piccolo aereo turistico si è schiantato prima dell’atterraggio. Con i soldi guadagnati dall’assicurazione dopo la morte del marito, si è offerta un addestramento aeronautico prima di intraprendere una professione per onorare il suo defunto marito.

Un’infermiera, copilota dell’aereo bimotore precipitato domenica, aveva abbracciato la carriera nell’aviazione per onorare il marito, il pilota, morto in un incidente nel 2006. https://t.co/3qNLGmiqkR

– 20 minuti (@20minutesOnline) 17 gennaio 2023