Marzo 2, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il numero dei lavoratori autonomi in Francia è in aumento, così come la percentuale dei lavoratori autonomi

Il numero dei lavoratori autonomi in Francia è in aumento, così come la percentuale dei lavoratori autonomi

Il numero dei lavoratori autonomi continua ad aumentare in Francia nel 2022, con una quota sempre crescente di lavoratori autonomi, rileva Orsaf in uno studio pubblicato venerdì 29 dicembre, che ho visto.Agenzia d'informazione francese.

Alla fine del 2022 i lavoratori autonomi erano 4,3 milioni, con un incremento del 5,9% su base annua. Questo numero sta aumentando leggermente più lentamente rispetto al periodo 2018-2021.

Leggi anche: Il lavoratore autonomo non ha dichiarato tutti i suoi redditi: deve versare 25mila euro all'Urssaf

La crescita del numero dei lavoratori autonomi lo è “in gran parte guidato da lavoratori autonomi” Orsav sottolinea, anche se il loro sviluppo è meno intenso rispetto agli ultimi anni, evidenziaAgenzia d'informazione francese. “Lo status di lavoratore autonomo rappresenta ora il 56,2% di tutti i lavoratori autonomi”.Lo conferma l'Orsaf nel suo studio, rilevando che la percentuale delle donne è sempre inferiore a quella degli uomini: 42% contro 58%.

Quasi sette lavoratori autonomi su dieci hanno annunciato il proprio fatturato nel 2022. Il numero dei lavoratori autonomi “classici” è aumentato dell’1,5% per il secondo anno consecutivo, “Dopo un periodo di declino quasi continuo dalla creazione del lavoro autonomo”.

Aumentare il reddito

L'Orsav rileva che il reddito dei lavoratori autonomi “classici” è cresciuto nel 2021, raggiungendo i 45.581 euro annui in media, ovvero +8,3% includendo l'effetto dell'inflazione rispetto al 2020. Il reddito medio dei lavoratori autonomi è stato di oltre 7.449 euro all'anno 2020. Un anno nel 2022, con un aumento dell'8,9% rispetto al 2021, che ha visto un aumento del 14,3% dopo la crisi sanitaria, nel contesto del recupero dell'attività.

READ  Elon Musk valuta il social network a 20 miliardi di dollari, rispetto ai 44 dollari di quando è stato acquisito

Un lavoratore autonomo deve dichiarare il proprio fatturato ogni mese o ogni tre mesi, anche se pari a zero, il che spiega questo salario medio basso rispetto ai lavoratori autonomi “classici”, perché l’attività “autonoma” di una persona non è sempre la sua attività principale.

Leggi anche: I lavoratori autonomi sacrificano la propria salute per il bene della propria attività

Quando il reddito del mese o del trimestre è positivo, il lavoratore autonomo paga i contributi e i contributi previdenziali, nonché l'imposta sugli immobili aziendali, il cui importo varia a seconda delle dimensioni dell'impresa e del luogo di residenza dell'impresa .