Maggio 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il Marocco è in uno stato di equilibrio

Il Marocco è in uno stato di equilibrio

Il Marocco ha adottato un tono neutrale in risposta all’attacco lanciato da Hamas contro Israele e alle rappresaglie che ne sono seguite. Rabat, che circa tre anni fa ha normalizzato le sue relazioni diplomatiche con lo Stato ebraico, “Condanno gli attacchi contro i civili ovunque si trovino”. Ha chiesto “Cessazione immediata di tutti gli atti di violenza” Lo riferisce un comunicato stampa della diplomazia marocchina diffuso sabato 7 ottobre. “La posizione del gioielliere, Lo storico Pierre Vermeeren riassume: Per non entrare in conflitto con l’opinione pubblica, né con gli occidentali, né con Israele, suo vero alleato. »

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Israele riconosce la sovranità del Marocco sul Sahara Occidentale

Rabat ha aderito agli Accordi di Abraham nel 2020, un accordo tra Israele e diversi paesi arabi negoziato da Washington. In cambio di questo riavvicinamento, gli Stati Uniti, guidati all’epoca da Donald Trump, riconobbero la sovranità del Marocco sul Sahara Occidentale, una regione contesa tra il Marocco e i separatisti del Fronte Polisario, sostenuto dall’Algeria.

Da allora, le visite di funzionari israeliani al Regno sono continuate e la cooperazione ha avuto luogo in tutte le direzioni nei campi militare, della sicurezza, economico, commerciale e persino del turismo. Gli accordi, di fatto, formalizzavano sei decenni di relazioni non riconosciute, durante le quali gli scambi avvenivano in segreto. A luglio, Israele ha riconosciuto a sua volta la sovranità del Marocco sul Sahara Occidentale, aprendo la strada al rafforzamento delle relazioni tra i due paesi.

“La normalizzazione è un vicolo cieco”

Tuttavia, la simpatia e l’ostilità filo-palestinesi verso questo riavvicinamento rimangono radicate nel paese. Secondo un sondaggio pubblicato nel 2022 dalla rete di ricerca apartitica Arab Barometer, solo il 31% dei marocchini è favorevole alla normalizzazione. Centinaia di marocchini si sono riuniti domenica in 33 città del Paese per manifestare “Solidarietà alla resistenza palestinese” In chiamata Il Fronte marocchino a sostegno della Palestina e contro la normalizzazione, una coalizione che comprende 19 partiti politici, sindacati e associazioni.

READ  Diretto - La guerra in Ucraina: Wagner dice che si sta avvicinando al centro di Bakhmut

Sotto le bandiere palestinesi i manifestanti hanno anche espresso la loro opposizione al riavvicinamento con Israele. “La situazione dimostra che la normalizzazione è senza speranza”. Sion Acidon, attivista del movimento Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS, che mira a boicottare Israele) e membro del Fronte, difende: “La questione è arrivata allo stadio di un’alleanza militare, con la speranza che il Marocco vi trovi protezione. Ma vale la pena avere un alleato che non sa proteggersi? È tempo di invertire la rotta e tagliare tutti i legami con l’occupante. »

Ti resta il 48,85% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.