Maggio 30, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Ictus: il numero di ore di sonno necessarie ogni notte

Ictus: il numero di ore di sonno necessarie ogni notte

I ricercatori dell’Inserm hanno dimostrato che evitare l’insonnia protegge la salute cardiovascolare. Quindi, dormire abbastanza ogni notte può ridurre il rischio di ictus.

Il sonno e la salute cardiovascolare sono collegati e questo non ha più bisogno di essere dimostrato. Ma il team di Jean-Philippe Impana, direttore della ricerca presso l’Istituto Inserm di Parigi, ha voluto esplorare ulteriormente questo collegamento. A tale scopo, ha studiato il rischio di eventi cardiovascolari (sindrome coronarica acuta o ictus) in relazione a cinque Componenti del sonno: Durata del sonno ogni nottecronotipo (fattoSii una persona mattiniera o sera) Frequenza dell’insonniaeccessiva sonnolenza diurna e Apnea Alcuni dormono. Sono stati condotti due studi: Uno a Parigi, di cui 10.157 adulti Da 50 a 75 anni; L’altro In Svizzera con 6.733 volontari Oltre 35 anni. Sulla base dei questionari, i ricercatori hanno assegnato a ciascuna persona a I punteggi vanno da 0 a 5 a seconda delle loro abitudini di sonnoLa prima volta all’inizio dello studio e poi dopo due-cinque anni. L’incidenza degli eventi cardiovascolari è stata poi monitorata per circa 8-10 anni.

“Circa il 60% degli incidenti cardiovascolari sono prevenibili.”

Rispetto alle persone con un punteggio di 0-1 (punteggio peggiore), il rischio di malattie cardiovascolari è compreso La corsa è ridotta del 63% per quelli con il miglior punteggio di 5. “In altre parole, circa il 60% degli eventi cardiovascolari potrebbe essere evitato se tutti gli individui avessero un sonno ottimale”. ha commentato Jean-Philippe Impana. Per ottenere un punteggio pari a 5, I volontari dovevano:

  • Possiede Dormi dalle 7 alle 8 ore per notte,
  • Sii una persona mattiniera,
  • Non soffrire di insonnia,
  • Non hai l’apnea
  • Non soffrire di eccessiva sonnolenza diurna
READ  Scienza: i robot si stanno avvicinando sempre di più agli umani

“Ancora più importante, il rischio di malattie cardiovascolari è diminuito del 16% per ogni punto guadagnato nel tempo. Ogni abitudine del sonno sembra essere importante quanto le altre.”“L’Inserm conferma dichiarazione. Sebbene sia importante cercare di dormire almeno 7 ore ogni notte, è anche una buona idea evitare l’insonnia per ridurre il rischio di ictus e gestire i sintomi dell’apnea notturna.