Aprile 16, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I 10 migliori elettrodomestici in modalità standby che consumano ancora molto

In comune con gli abbonamenti in palestra, gli elettrodomestici continuano a prosciugare i nostri soldi anche quando non li utilizziamo! E se la modalità di sospensione dovrebbe limitare le nostre bollette, è ben lungi dall’eliminarla del tutto… al contrario.

1. Un computer centrale + monitor + dispositivo di standby = 23 euro all’anno per l’elettricità

1,9 euro al mese è il costo della tua pigrizia quando spegni tu stesso il computer, facendo affidamento sulle impostazioni predefinite di quest’ultimo per spegnersi da solo in tua assenza. Solo che le apparenze ingannano e dietro gli schermi neri l’elettricità continua a far scorrere i contatori come dimostra quella lucina rossa lampeggiante – che non ti interessa – che comunque ti avverte che il tuo conto in banca sta lentamente ritirando… ma certo!

2. L’asciugatrice = 11,3 euro di elettricità all’anno

Un’asciugatrice dovrebbe ufficialmente essere uno dei segni di benessere esteriore. Mentre il pover’uomo si adatta perfettamente all’odore dei vestiti bagnati che aderiscono ai suoi vestiti, il ricco non esita a versare una media di 0,5 centesimi di euro ogni volta che usa l’asciugatrice. A volte può succedere che CSP +++ lasci i propri dispositivi in ​​standby, con una spesa di 11,3 € per l’elettricità ogni anno!

4. Relatori collegati: 8,8 € di elettricità all’anno (per relatore)

Collegati al nostro smartphone, con la nostra voce e soprattutto, direttamente al nostro conto in banca per pompare in corrente poco meno di 9 €. Pertanto, l’altoparlante di Google Home Max consuma 5 volte di più rispetto a Google Nest Mini. Stessa sanzione per l’equivalente in Amazon!

5. TV = 8,5 euro di elettricità all’anno

Per quanto complicato possa essere a volte passare alcuni dispositivi elettronici in modalità standby, farlo sulla TV è a portata di mano. Tutto quello che devi fare è motivarti a lasciare andare il telecomando e alzarti dal divano per percorrere i 3,4 m che ti separano dal pulsante di spegnimento della TV. Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per il pianeta.

6. Fondo Internet = 6,8 euro di elettricità all’anno

In effetti, l’accesso a Internet ti costa molto di più del costo del tuo abbonamento. Lo svantaggio è nella scatola che consuma energia elettrica una volta che il dispositivo è collegato ad esso tramite wifi o tramite ethernet, cioè quasi sempre. In media, la scatola consuma 200 kilowatt all’anno, che sono una ventina di euro dalla sola elettricità. Per risparmiare energia, il governo ha appena chiesto agli ISP di aggiornare le caselle dei loro clienti in modo che possano entrare in modalità standby dopo un certo periodo di inutilizzo. Una misura che ci consentirà di risparmiare in modo significativo sulle bollette future partecipando allo sforzo nazionale di “sobrietà energetica”.

8. Console di gioco: elettricità annua di €4,6

Il 44% della potenza utilizzata da Xbox One e il 32% di quella utilizzata dalla PS4 sarà quando la console è in standby! (Nota. Non abbiamo informazioni per i nuovi controller generici) Quindi la soluzione per risparmiare elettricità è scollegare il controller quando non è in uso, ma anche utilizzare la batteria o le batterie (ricaricabili) per i controller invece del loro cavo di alimentazione .

9. Laptop: 4,2 euro all’anno per l’elettricità

Il laptop è più economico dell’unità centrale fornita con il suo schermo, ma è un enorme ghiotto di energia anche quando va in modalità standby. Ma ancora peggio, il laptop continua a pompare elettricità quando è collegato al caricabatterie! Per evitare questo spreco, scollega semplicemente il computer e poi spegnilo completamente.

10. Microonde: 2,9 euro di elettricità all’anno

Forni a microonde, massimo spreco! Tuttavia, ci piace tanto perdonarlo che ci aiuta quotidianamente. E se vogliamo davvero limitare il nostro impatto energetico, possiamo scollegarlo dopo ogni utilizzo o, ancora più semplice, spegnere la presa multipla a cui è collegato.