Settembre 24, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Gli astronauti segnalano crepe a bordo della stazione spaziale

Mentre la Stazione Spaziale Internazionale ospita attualmente sei persone a bordo, un cosmonauta russo ha riferito di aver trovato crepe nella fusoliera del modulo Zarya.

408 chilometri sopra le nostre teste Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sta affrontando un problema serio. L’ingegnere capo della Russia Energia, Vladimir Solovyov, ha detto all’agenzia di stampa Reuters che sono state trovate crepe a bordo del veicolo Zarya. Quest’ultima è la prima struttura inviata nello spazio come parte di Costruire la Stazione Spaziale Internazionale, nel 1998.

Quali sono i pericoli della stazione spaziale?

Mentre i lavori sono diversi Manutenzione realizzato A bordo della Stazione Spaziale Internazionale per amplificare la speranza della vitaL’attrezzatura della stazione è obsoleta. Le crepe esposte dai residenti dell’ISS potrebbero allargarsi e causare problemi di sicurezza per i residenti astronauti a bordo. Solovyov non ha detto se fosse stata trovata una perdita d’aria. ” Questo risultato è molto scarso e fa presagire una possibile espansione delle crepe nel tempo. “, Ha aggiunto.

Durante il mese precedente, la stazione aveva già riscontrato due casi gravi durante Unità di attracco Nauka della struttura, provocando la rotazione della Stazione Spaziale Internazionale a causa di un guasto. L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha rilevato una diminuzione del numero di velivoli la pressione Nel unità stellarea causa di possibili perdite d’aria.

Non è stato fatto alcun annuncio in merito Precisione Da questo problema, che può essere una preoccupazione. La stazione spaziale dovrebbe essere ufficialmente operativa fino al 2024, ma molte organizzazioni comeQuesto è incredibileOppure la NASA o Roscosmos hanno annunciato l’intenzione di estendere la loro presenza sulla Stazione Spaziale Internazionale.

READ  Dopo Safari e Firefox, Chrome si prepara all'arrivo di WebGPU

Da dove viene la perdita d’aria rilevata sulla stazione spaziale?

Nel settembre 2019 è stata misurata una perdita d’aria all’interno della stazione spaziale senza che i vari equipaggi che da allora sono riusciti a localizzarne la fonte. Tuttavia, il tasso di spreco è troppo basso per metterli a rischio! Lo scorso fine settimana, gli astronauti sono stati prenotati per la seconda volta in un’unità per cercare di localizzarla. Quasi trovato!

Articolo di Remy DecorInserito il 30 settembre 2020

Per più di un anno, trafilamento d’aria a bordo Stazione Spaziale Internazionale Gli osservatori della Terra si preoccupano che, nonostante l’aiuto degli astronauti a bordo, non riescono ancora a individuare da dove provenga! Questa perdita d’aria, che è stata oggetto di indagine per diverse settimane, non rappresenta un pericolo immediato per l’equipaggio. Il tasso di perdita d’aria non è abbastanza alto da preoccupare la NASA e non rappresenta alcun rischio per la salute degli astronauti a bordo. orbita complessa.

A settembre 2020 è stato rilasciato Velocità La perdita d’aria è aumentata di 2,5 volte fino a 1,4 Kg entro 24 ore! Una situazione senza precedenti dal settembre 2019 ha costretto ancora una volta i funzionari di terra della NASA e di Roscosmos a confinare l’equipaggio nel modulo russo Zvezda per cercare la posizione da cui sarebbe arrivata la perdita, proprio come nell’agosto 2020. Per questo, finalmente, le camere di equilibrio sono state tra tutte le unità complesse erano orbitali chiusi in modo che gli osservatori della missione possano nuovamente osservare Pressione atmosferica in ogni unità.

La perdita è stata localizzata nell’unità Zvezda?

Lunedì sera, la NASA ha svegliato l’equipaggio per individuare l’esatta posizione della perdita d’aria. Da terra, l’analisi dei dati delle unità testate durante la notte ha isolato il sito della perdita nell’area di lavoro principale dell’unità di servizio Zvezda. Come spiegato dalla NASA, l’equipaggio ha chiuso uno ad uno i portelli tra le sezioni posteriore e anteriore delle piste Zvezda e Zvezda ai moduli Pirs e Poisk, utilizzando il rilevatore di perdite a ultrasuoni.

READ  Google Messaggi sfrutta la nuovissima interfaccia Material You

Le misurazioni della pressione sono state effettuate durante la notte per cercare di isolare la fonte di questa perdita. Purtroppo, l’entità della perdita rilevata durante la notte è da attribuire ad un temporaneo sbalzo di temperatura a bordo della stazione, con il tasso complessivo di perdita rimasto invariato.

Pertanto, sono in corso studi per cercare di individuare la fonte esatta della perdita. Questa difficoltà nel trovare una perdita d’aria così minima può essere spiegata dall’invecchiamento e dal malfunzionamento dell’impiantoFoca che si sarebbe formato negli anni. Zarya, la prima unità della ISS è stata lanciata nel novembre 1998 da A lanciatore protone!

Ti interessa quello che hai appena letto?