Maggio 30, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Gli aerei Rafale della Quarta Ala hanno aperto l'inseguimento durante l'attacco dell'Iran a Israele

Gli aerei Rafale della Quarta Ala hanno aperto l'inseguimento durante l'attacco dell'Iran a Israele

Lo ha annunciato dopo un raid lanciato dall'aeronautica israeliana [IAF] Contro la sezione consolare dell'ambasciata iraniana a Damasco il 1° aprile, le rappresaglie di Teheran nella notte tra il 13 e il 14 aprile sono state sorprendenti per la loro portata, poiché Israele è stato preso di mira con un attacco di “saturazione” che comprendeva almeno 300 missili e droni.

Grazie alla sua difesa aerea multistrato, basata sui sistemi Iron Dome e David's Sling and Arrow, sui suoi aerei da caccia F-35I, F-15 e F-16, nonché sul supporto diretto delle forze americane e britanniche, il generale israeliano è stato in grado di abbattere il 99% degli aerei e dei missili iraniani.

Tuttavia, prima di arrivare in Israele, la maggior parte di queste macchine dovevano sorvolare la Giordania. Ma il Regno hashemita si è detto pronto ad abbattere qualsiasi oggetto che violasse il suo spazio aereo. Questo è ciò che ha fatto, poiché due fonti di sicurezza regionali hanno confermato, secondo i24NEWS, che la Royal Jordanian Air Force “ha intercettato e abbattuto dozzine di droni iraniani”. […] Che erano diretti verso Israele.

Tuttavia, il portavoce dell’esercito israeliano, l’ammiraglio Daniel Hagari, ha affermato che anche le forze francesi hanno contribuito a contrastare l’attacco iraniano. “Negli ultimi sei mesi, abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri partner americani, britannici, francesi e altri nella regione per anticipare vari scenari di attacco”, ha affermato in seguito, secondo i commenti pubblicati dal Times of Israel.

Nel frattempo, una fonte ufficiale francese ha confermato che le forze francesi “hanno neutralizzato i droni iraniani che sorvolavano paesi come la Giordania e l’Iraq”, contribuendo di fatto a “garantire la difesa di Israele”.

READ  La protezione periodica sarà disponibile gratuitamente a partire da lunedì

Il 15 aprile, il presidente Macron ha fornito maggiori dettagli in onda su BFMTV [mais pas trop] Sulla natura di questo contributo francese. Abbiamo una base aerea in Giordania per combattere il terrorismo. Con questi colpi è stato violato lo spazio aereo giordano. Abbiamo fatto decollare i nostri aerei e intercettato ciò che dovevamo intercettare”, ha spiegato, spiegando che questa azione è stata intrapresa su richiesta dell’Oman.

Invece di influenzare gli interessi israeliani al di fuori di Israele, hanno cercato Israele nelle sue stesse terre, e questo è il primo di questo genere. […] Macron ha continuato: “Si tratta di un cambiamento, di una rottura profonda” e “ciò che si è aperto è molto pericoloso in termini di reazione”. Ha sottolineato: “Abbiamo risposto e siamo intervenuti, e ora faremo di tutto per evitare l’incendio, cioè l’escalation”.

“Faremo di tutto per evitare un incendio […] Stiamo quindi cercando di convincere Israele che non dovremmo rispondere con un’escalation, ma piuttosto isolare l’Iran, riuscire a convincere i paesi della regione che l’Iran rappresenta un pericolo, aumentare le sanzioni, aumentare la pressione sulle attività nucleari e poi trovare una via verso la pace. nella regione. La zona», spiegò poi all’inquilino dell’Eliseo.

Dall'inizio di marzo, nel quadro dell'operazione Shamal [nom de la participation française à la coalition anti-jihadiste Inherent Resolve]Quattro aerei Rafale B del 4th Fighter Wing furono schierati nella prevista base aerea H5 in Giordania. Nella loro configurazione aria-aria, questi aerei sono armati con missili Meteor [mais il est peu probable qu’ils en aient eu besoin pour intercepter les drones iraniens]Missili MICA IR/EM e un cannone interno Nexter 30M711 da 30 mm in grado di sparare 2.500 colpi al minuto.

READ  Vladimir Poutine durcit son bras de fer avec l'Otan

Quanti droni [ou de missiles] Velivolo Rafale B delle Forze Aeree e Spaziali [AAE] Sono stati distrutti? Attualmente Stato Maggiore delle Forze Armate [EMA] Non ha detto nulla al riguardo. Inoltre, non ha fornito alcun dettaglio sul drone Houthi abbattuto da un Mirage 2000-5 il 9 marzo dall’Escadron 3/11 Corse, con base a Gibuti. È la prima dall'ultima vittoria aerea delle ali francesi, ottenuta dal sottotenente Henri Suisse, nell'aprile 1945.

Nella foto: Stato Maggiore delle Forze Armate