Giugno 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Giappone, Gran Bretagna e Italia intendono basare il loro programma avanzato di aerei da caccia nel Regno Unito – Fonti – 21 settembre 2023 09:11

Giappone, Gran Bretagna e Italia intendono basare il loro programma avanzato di aerei da caccia nel Regno Unito – Fonti – 21 settembre 2023 09:11

Giappone, Gran Bretagna e Italia stanno valutando la possibilità di scegliere la Gran Bretagna come quartier generale per il loro programma di aerei da caccia di prossima generazione, hanno detto quattro fonti giapponesi, con Londra in prima linea in una partnership che potrebbe espandersi ad altri paesi.

I tre paesi hanno creato il Global Combat Aircraft Program (GCAP) a dicembre, con la Gran Bretagna e il Giappone che hanno concordato di unire i loro sforzi sui jet da combattimento in una collaborazione unica nel suo genere per mettere in campo un aereo avanzato entro la metà del prossimo decennio.

Con il Giappone e la Gran Bretagna che dominano la progettazione e la produzione del programma, la profonda e recente esperienza di Londra nello sviluppo di aerei da combattimento le conferirà un ruolo chiave nell’organizzazione del programma, hanno detto tre fonti a conoscenza delle discussioni interne.

“Il quartier generale sarà in Gran Bretagna, ma un giapponese potrebbe gestirlo per ragioni di equilibrio”, ha detto una fonte, che ha chiesto di non essere identificata a causa della delicatezza della questione.

“Le discussioni sul quartier generale sono in corso e non siamo in grado di commentare l’ubicazione”, ha affermato in una e-mail l’agenzia di acquisizione della difesa giapponese. La società ha inoltre affermato che il quadro di sviluppo per l’aereo da caccia sarà creato nel prossimo anno finanziario.

“Non è stata presa alcuna decisione definitiva riguardo ai siti e non commentiamo le speculazioni”, ha detto un portavoce del Ministero della Difesa britannico.

Non è stato possibile raggiungere i funzionari del Ministero della Difesa italiano per un commento. A marzo, Reuters ha riferito che l’Italia era disposta a pagare un quinto del costo totale di sviluppo, cosa che il governo del Paese ha liquidato come “speculativa”.

READ  Lenny Martinez di Varois ha vinto il Trofeo Liguglia in Italia dopo aver vinto il Farron di Tolone.

Altri paesi Venerdì, Leonardo, capo del Consiglio Difesa e Spazio italiano, ha affermato che l’Arabia Saudita non sarà un partner importante nel progetto, a seguito di un rapporto del Financial Times del mese scorso.

Il GCAP potrebbe accogliere il Paese in un ruolo più limitato, poiché porterebbe denaro e un mercato redditizio al progetto, che dovrebbe costare decine di miliardi di dollari, hanno detto le tre fonti.

Anche uno dei suoi vicini in Medio Oriente, gli Emirati Arabi Uniti, ha espresso interesse, hanno aggiunto. Si sono svolte trattative con l’Arabia Saudita riguardo a questa possibilità, ma non è stata presa alcuna decisione, ha detto Richard Berthon, direttore del futuro combattimento aereo presso il Ministero della Difesa britannico, alla mostra sulle armi DSEI a Londra la settimana scorsa.

“A Londra è stato chiarito che la cosa potrebbe essere presa in considerazione in un secondo momento”, ha detto una fonte del ministero della Difesa italiano, che ha voluto restare anonima perché non autorizzata a parlare ai media.

La società britannica BAE Systems plc presiede il GCAP, mentre Mitsubishi Heavy Industries rappresenta il Giappone.

Il produttore europeo di missili MBDA parteciperà al progetto, così come il produttore di avionica Mitsubishi Electric Corp. La britannica Rolls-Royce Plc, la giapponese IHI Corp e l’italiana Avio Aero lavoreranno sul motore. (Segnalazione di Tim Kelly e Nobuhiro Kubo; Segnalazione aggiuntiva di Paul Sandle e Angelo Amante. Montaggio di Jerry Doyle)