Maggio 30, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Ecco il cibo più sano al mondo secondo la scienza

Ecco il cibo più sano al mondo secondo la scienza

A basso contenuto di calorie, copre tutto il nostro fabbisogno quotidiano di vitamine e minerali.

È difficile fare le scelte alimentari giuste quando si fa la spesa o si cerca ispirazione per i propri pasti. Per aiutare i consumatori a vedere le cose più chiaramente, i ricercatori della William Paterson University nel New Jersey hanno analizzato il valore nutrizionale di dozzine di alimenti e hanno confrontato il loro contenuto di 17 nutrienti essenziali tra cui fibre, vitamina C, calcio, ferro e proteine… secondo i loro risultati. . Pubblicato dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Centro per il controllo delle malattieUn solo alimento è in grado di fornire il 100% dei nutrienti giornalieri di cui il corpo ha bisogno in una porzione di soli 100 grammi, il che lo rende “Il cibo più sano del mondoPoco costoso, coltivato in Francia (soprattutto in Ile-de-France, Aquitania e Nord-Pas-de-Calais) e disponibile quasi tutto l'anno, purtroppo è poco consumato e raramente cucinato. Tuttavia è assolutamente delizioso in insalata o come quiche sopra le uova o per esaltare qualsiasi piatto o salsa se consumato spesso crudo, può essere consumato anche cotto, saltato, saltato in padella, misto o in zuppa.È l’unico alimento che ha un punteggio di densità nutrizionale pari a 100“, hanno precisato gli autori dello studio. Ciò significa che una porzione da 100 grammi fornisce l'intero fabbisogno giornaliero dell'organismo di potassio, fibre, proteine, calcio, ferro, tiamina, riboflavina, niacina, acido folico, zinco e vitamine A, B6, B12, C, D, E e K. Ad esempio, contiene più vitamina C dell'arancia o del limone…

Depurativo, antiossidante, diuretico e disintossicante, questo alimento non è altro che il crescione, una pianta dalle piccole foglie verdi allungate, dal sapore leggermente amaro e pepato che ricorda la senape. Una manciata abbondante (da 80 a 100 grammi) di rucola equivale a una porzione di verdura e fornisce solo 21 calorie. Il crescione viene sempre venduto in mazzi che solitamente costano intorno ai 2 euro, o anche meno in alcuni mercati. Questo imballaggio garantisce la tracciabilità del prodotto, da dove viene coltivato fino allo scaffale. Per sceglierlo bene bisogna affidarsi alle sue foglie, che devono essere di colore brillante, stabili e non danneggiate. Un colore verde pallido significa che la varietà è appassita o sbiadita. Va consumato velocemente (generalmente si conserva per due giorni nel cassetto delle verdure del frigorifero) per goderne la freschezza e la croccantezza.

READ  Attenzione, l'emicrania può essere un fattore di rischio nei giovani