Giugno 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Cosa si sa sulla diffusione della variante XBB a Singapore

Cosa si sa sulla diffusione della variante XBB a Singapore

Singapore sta affrontando una recrudescenza del virus Covid-19, guidata dalla variante XBB. Una mutazione nel coronavirus non causerà malattie più gravi rispetto ad altre varianti.

Una sub-alternativa a Omicron, chiamata XBB, è apparsa da diverse settimane in alcuni paesi asiatici, come Singapore e Bangladesh.

XBB è una sottospecie di Omicron scoperta alla fine del 2021. Sebbene sia più contagiosa di Delta, è meno virulenta di quest’ultima. Più precisamente, XBB è un ricombinante, cioè una variante che era Creato da una combinazione di materiale genetico Due tipi diversi. In questo caso i ceppi BJ.1 e BA.2.75, lo stesso Quindi variabili d’Omicron.

Dove compaiono?

Nelle ultime settimane, XBB ha aumentato la diffusione del virus Covid-19 a Singapore. Il ministero della salute ha affermato che il paese ha registrato più di 6.800 casi di Covid-19 mercoledì con una media mobile su 7 giorni, rispetto a meno di 3.000 casi alla fine di settembre.

Anche questa nuova sottovariante ce l’ha stato rilevato in Bangladesh, Danimarca, Regno Unito, Australia, Belgio e Austria.

Nonostante la recrudescenza dell’epidemia, “il numero di casi gravi è rimasto relativamente basso” e “non ci sono prove che XBB causi malattie più gravi”, tenuto per relatività Martedì il Ministero della Salute di Singapore.

“Ciò è probabilmente dovuto alla resistenza che è stata creata dalla vaccinazione e dalle precedenti ondate di infezione”, ha aggiunto.

I vaccini sono ancora efficaci?

Di fronte alla recrudescenza dell’epidemia, Singapore ha deciso di somministrare da venerdì il vaccino bivalente ideato da Moderna e Specifax, che ha come target specifico il vaccino Omicron, ad alcuni gruppi di persone, come quelli dai 50 anni in su.

READ  Una malattia che probabilmente non sarà mai debellata e un'altra malattia in arrivo

Quattro vaccini mRNA contenenti una variante, che includono Omicron BA.1 o BA.4/5 sottovarianti del virus originale, sono stati autorizzati per l’uso come dosi di richiamo. Tuttavia, questi vaccini possono fornire solo un “piccolo vantaggio aggiuntivo”, ha affermato mercoledì il gruppo di esperti che consigliano l’Organizzazione mondiale della sanità sulla vaccinazione.

“I dati attualmente disponibili non sono sufficienti per supportare una raccomandazione a favore di dosi di richiamo contenenti varianti bivalenti” rispetto alle dosi di vaccino basate sul virus originale, ha affermato in una nota.

Secondo uno studio di scienziati cinesi, precedentemente pubblicato il 4 ottobre e non ancora recensito, l’XBB ricombinante sarà particolarmente resistente agli anticorpi. Secondo questo studioE il Ciò significa che i “vaccini di richiamo basati su BA.5” – che è anche una sottovariante di Omicron – “potrebbero non fornire una protezione ad ampio spettro contro le infezioni”.

La variante Omicron rappresenta il 99,9% dei campioni di virus raccolti e sequenziati nell’ambito dell’iniziativa scientifica globale GISAID negli ultimi 30 giorni. Tra questi, il gruppo BA.5 delle sottovarianti di Omicron è rimasto generalmente dominante all’81%, seguito dalla mutazione BA.4 dell’8% e dalla variante BA.2 del 3%.