Febbraio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Cosa ricordi di lunedì 12 febbraio?

Cosa ricordi di lunedì 12 febbraio?

Joe Biden ha annunciato che è attualmente in discussione un accordo per il rilascio degli ostaggi detenuti a Gaza, accompagnato da una tregua “di almeno sei settimane”.

pubblicato


Tempo di lettura: 2 minuti

Un uomo tra le macerie, nella Striscia di Gaza, 12 febbraio 2024. (JEHAD ALSHRAFI/ANADOLU/AFP)

Calma a Gaza o disastro a Rafah? Lunedì 12 febbraio la situazione in Medio Oriente ha raggiunto il suo apice. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha ordinato al suo esercito di prepararsi per un attacco a Rafah, al confine con l'Egitto, dove secondo le Nazioni Unite sono attualmente radunati 1,4 milioni di palestinesi. Allo stesso tempo, Joe Biden ha annunciato che l’accordo per il rilascio degli ostaggi detenuti a Gaza sarebbe stato accompagnato da una pausa. “Almeno sei settimane” Nelle ostilità tra Israele e Hamas, questo è un argomento attualmente in discussione. Ecco cosa dovresti ricordare dal 12 febbraio.

Spero di raggiungere una tregua tra Israele e Hamas

Lunedì 12 febbraio Joe Biden ha annunciato che è attualmente in discussione un accordo per il rilascio degli ostaggi detenuti a Gaza, accompagnato dalla cessazione delle ostilità “per almeno sei settimane” tra Israele e Hamas. Il presidente degli Stati Uniti ha anche sottolineato, ripetendo più volte l'avvertimento lanciato dalla sua amministrazione, che “occorre proteggere” i civili palestinesi a Rafah nel caso di un attacco israeliano contro questa città situata nel sud della Striscia di Gaza.

Il re Abdullah II di Giordania, dal canto suo, ha annunciato, durante un discorso congiunto con Joe Biden alla Casa Bianca, che… “Serve immediatamente un cessate il fuoco permanente”. a Gaza.

Timori di un disastro a Rafah

La possibilità di lanciare un attacco a Rafah nella Striscia di Gaza è una possibilità “orribile”L'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Volker Türk ha espresso allarme, mentre il procuratore della Corte penale internazionale Karim Khan ha detto di sì. “Sei profondamente preoccupato” Per il destino dei civili. La città è attualmente l'ultimo centro urbano in cui l'esercito israeliano non ha ancora lanciato un attacco di terra. Tuttavia, mercoledì 7 febbraio, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, “All’IDF è stato ordinato di prepararsi per un’operazione a Rafah e in due campi [de réfugiés]“Le ultime roccaforti rimaste di Hamas”.

Domenica Hamas ha messo in guardia dal lanciare un attacco a Rafah “saltare” Nessun accordo sugli ostaggi, mentre Egitto e Qatar guidano i colloqui per una nuova tregua.

READ  [RECTIFICATIF] Sergey Lavrov ha confermato che gli istruttori militari russi continueranno le loro attività nella RCA

Liberati due ostaggi

L'esercito israeliano ha rilasciato due ostaggi nella notte tra domenica e lunedì. Fernando Simon Marman (60 anni) e Louis Harr (70 anni) sono stati recuperati nel corso di un'operazione notturna a Rafah condotta congiuntamente dall'esercito e dallo Shin Bet. [Sécurité intérieure] E la polizia israeliana.Secondo un comunicato stampa diffuso da questi tre servizi. I due uomini sono stati rapiti dal Kibbutz Nir Yitzhak il 7 ottobre e portati allo Sheba Medical Center, alla periferia di Tel Aviv, per i primi esami medici.

“Sono in condizioni stabili.”“, ha descritto il direttore dell'istituzione. “Solo continua pressione militare” Fino a “Vittoria” “Sarà liberato”“Tutti i nostri ostaggi.” Nella Striscia di Gaza ha risposto il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.