Maggio 19, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Con un peso di 3.200 tonnellate e una lunghezza di 334 metri, è uscita dallo stabilimento la fresatrice per tunnel da scavare tra la Francia e l'Italia.

Con un peso di 3.200 tonnellate e una lunghezza di 334 metri, è uscita dallo stabilimento la fresatrice per tunnel da scavare tra la Francia e l'Italia.

È stata completata in Germania la quarta fresatrice per tunnel del progetto Lione-Torino, una linea ferroviaria destinata al trasporto merci tra Francia e Italia. I suoi 14 motori, le sue 3.200 tonnellate e la sua lunghezza di 334 metri saranno responsabili dello scavo di un tunnel di 18 km tra i due paesi.

È un colosso emerso dalla terra giovedì 21 dicembre. Una delle principali fresatrici responsabili dello scavo del tunnel di base tra Francia e Italia proveniva dallo stabilimento Herrenknecht in Germania.

La macchina da 3.200 tonnellate e lunga 334 metri mira a scavare il nucleo del tunnel di base del Moncenisio, che attraversa il confine tra Francia e Italia.

Con la sua ruota tagliente da 10,4 metri di diametro e i suoi 14 motori elettrici per una potenza totale di 4.900 kW, è progettata per scavare un tunnel di 18 km.

“Si tratta di una fresa da tunnel 'a presa' che con i suoi due pattini si appoggia direttamente alle pareti della galleria e si spinge in avanti, mentre la sua testata, dotata di 62 ruote, gira mentre scava la roccia. Il materiale scavato viene scaricato su un nastro trasportatore posto al centro della fresatrice.Rappresenta Delt, il task manager.

“Durante lo scavo, specifiche macchine utensili per la perforazione di gallerie supportano lo scavo applicando calcestruzzo spruzzato sulle pareti o installando bulloni e pendini. Dietro di essa, un'altra macchina, lunga 650 metri, realizza il tunnel finale di cemento”Il documento continua.

Sebbene lanciato diversi mesi fa, il progetto è stato contestato da Francia e Italia. Secondo gli oppositori del progetto, la linea storica esistente rimarrà inutilizzata. Questo Dovrebbe consentire di trasportare 10 milioni di tonnellate di merci all'anno. Ma nel 2018 sui binari di questa linea sono state posate solo 2,9 milioni di tonnellate. Gli oppositori, quindi, mettono in dubbio la necessità di costruire un nuovo percorso senza sfruttare al massimo il potenziale del percorso storico.

READ  Italia: Feu vert pour la privatizzazione di ITA Airways

Il cantiere è stato criticato anche per i suoi effetti ambientali. I manifestanti della Lione-Torino si sono mossi per attuare i piani, che implicherebbero la cattura e la monopolizzazione delle falde acquifere, l’artificializzazione di 1.500 ettari di terreni agricoli e foreste, il rilascio di anidride carbonica e lo scavo di tonnellate di mine.