Giugno 14, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Calcio OL – OL: L’attacco di Stefano ad Aulas era destinato a succedere – Olympique Lyonnais

Calcio OL – OL: L’attacco di Stefano ad Aulas era destinato a succedere – Olympique Lyonnais

L’OL sta attraversando una grave crisi sportiva e finanziaria che peggiora ogni giorno che passa. All’ultimo posto in Ligue 1, il club del Rodano di John Textor è ben lontano dagli anni belli sotto Aulas. Tuttavia, Jean-Michel Larquet non risparmia l’ex presidente del Lione.

I problemi si accumulano così tanti per lo United che i tifosi quasi preferirebbero riderne. Ultimo in Ligue 1 con due punti, un livello di gioco pessimo e un attacco fiacco, l’OL è anche nel mirino della FIFA. Diversi club francesi si lamentano dell’accordo di trasferimento del Neama, che ritengono non valido. Inoltre, lo Shakhtar Donetsk attacca il Lione in cambio del trasferimento di Tite. Il Club del Rodano, finanziariamente limitato e in crisi sportiva, suscita le preoccupazioni di molti osservatori. Per molti di loro, la colpa è di John Textor, considerato un incompetente da quando ha preso la guida del club la scorsa stagione.

Il finale di Olas a Lione è un vero disastro

Se Jean-Michel Larquet è d’accordo con quasi tutti sugli errori di Textor, preferisce insistere sulla grande responsabilità di Jean-Michel Aulas. Anche se non è più nel club dallo scorso maggio e dall’estromissione di Textor, l’ex presidente del Lione ha gettato le basi per l’attuale fallimento, secondo il consulente RMC. Aulas ha mancato i suoi ultimi anni da presidente, sia nella gestione quotidiana che nel passaggio delle funzioni all’americano.

Non assolverò il burattino (Textor) dalla sua responsabilità nella crisi attuale. Ma Jean-Michel Aulas ha avuto ragione per molti anni e negli ultimi anni ha sbagliato tutto. Tutto è sbagliato a livello amministrativo con il famoso allenatore di calcio, il signor Ponsot. Per il ds non è andata bene con Juninho, Florian Moris e Bruno Ciro. Ha frainteso gli allenatori. […] Un grande allenatore deve rispettare due criteri: circondarsi bene quando è attivo, e trovare un acquirente che si prenda cura del suo club quando non sarà più attivo. […] Ciò che è vergognoso è che ha venduto a Textor sapendo benissimo che stava mettendo il suo club nelle mani di qualcuno che era incompetente o dubbioso sulla continuazione delle operazioni, come aveva annunciato poco dopo la vendita. Come, dopo aver costruito un club come questo, puoi essere così fuori strada? “, ha detto seccamente Rothen infuriato. È sufficiente per confermare ai tifosi dell’OL che il loro club sta raccogliendo i frutti di diversi anni di tournée e non della sfortuna.

READ  Mondiali di rugby 2023: Francia-Italia attraverso gli occhi dei fratelli Spangero