Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Apple ha finalmente annunciato l’app che avrebbe dovuto essere lanciata l’anno scorso

Apple ha finalmente annunciato l’app che avrebbe dovuto essere lanciata l’anno scorso

Non riusciamo più a dormire. Dal 31 dicembre, nel cuore della notte, stiamo aspettando. Ma quando Apple deciderà di lanciare l’app Apple Music per la musica classica? Promesso per il 2022, ci sono voluti due mesi, una manciata di giorni e un pizzico di ore per sistemarlo.

Entro fine mese…

Il 9 marzo, finora del tutto insignificante sul fronte tecnologico e solo poche ore dopo aver rivoluzionato i telefoni cellulari con un iPhone giallo, Apple ha annunciato la sua nuova app, Apple Music Classical. Previsto da agosto 2021, sarà disponibile dal 28 marzo e scaricabile gratuitamente in quella data. Per poterlo godere appieno, dovrai essere abbonato a Apple Music. L’accesso successivo non sarà privo di costi aggiuntivi, come ci ha detto Apple quando è stata rivelata l’intenzione di rilasciare un’app dedicata al classico.
Se sei particolarmente impaziente, puoi già preordinare l’app (gratuitamente, ti ricordiamo) su App Store. Tuttavia, il tuo iPhone dovrà eseguire iOS 15.4 o versioni successive per poter installare Music Classical.

Indipendentemente dall’app musicale, adotterà la sua ergonomia generale e non necessariamente in meglio. Quindi sarà possibile ascoltare “Il più grande catalogo di musica classica al mondo”, o circa cinque milioni di pezzi. Alcuni di essi saranno, ovviamente, disponibili in “Spatial Audio”, in altre parole compatibili con Dolby Atmos. Apple evidenzia anche il “migliore qualità del suono” Clip, a cui è possibile accedere con codifica fino a 192 kHz e 24 bit o in formato Hi-Res Lossless.

Resti primofonici

Comunicato stampa di Apple evidenzia anche centinaia di playlist prestabilito, nonché a “Ricerca completamente migliorata”. Questo dovrebbe consistere specificamente nella capacità di ricerca “per compositore, opera, direttore o anche per numero di catalogo per trovare istantaneamente registrazioni specifiche”. Forse possiamo vedere i resti di PrimePhonic, un’app di musica classica che Apple ha acquistato nell’estate del 2021, prima che si chiuda, come spesso accade quando il colosso americano mette le mani su un servizio.
PrimePhonic era noto nel suo periodo di massimo splendore per l’indicizzazione completa, la qualità dei file, i consigli degli esperti, le informazioni di base e le ricerche di autori o riferimenti.
Come con l’app Music, Apple Music Classical pone molta enfasi su alcune forme di editing per accompagnare l’ascolto e la scoperta di compositori, artisti e registrazioni: se fornire brevi informazioni sugli artisti o evidenziare album specifici. A questo punto, l’eredità di PrimePhonic e l’incontro con Apple Music dovrebbero andare bene. Allo stesso modo, Apple promette immagini esclusive per illustrare alcune delle selezioni e playlist. Il colosso di Cupertino sta già insistendo per unire le piste “Metadati completi e accurati” In modo che un ascoltatore acuto possa sapere esattamente quale opera e artista sta ascoltando. Perché se questa nuova app non fosse per gli appassionati di classici, sarebbe comunque il bersaglio preferito del californiano.

READ  “Il più grande in 125 anni” è capace di “uccidere un pianeta”: due asteroidi “sfioreranno” la Terra in meno di 48 ore

Apple Music Classical sarà disponibile il 28 marzo per tutti gli abbonati Apple Music (individuo, studente, famiglia o Apple One), ad eccezione di Apple Music Voice, la versione lite della sua offerta musicale. 28 marzo? Danno. Nel giro di una settimana era perfetto per celebrare i riti della primavera…