Maggio 22, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

A capo della Lega Araba, Bashar al-Assad ha perso Volodymyr Zelensky

A capo della Lega Araba, Bashar al-Assad ha perso Volodymyr Zelensky

Ci si aspettava che il ritorno di Bashar al-Assad nella Lega Araba avrebbe dominato l’agenda del vertice di Jeddah (Arabia Saudita), venerdì 19 maggio. Inoltre, dodici anni dopo essere stato squalificato per la sua sanguinosa repressione della rivolta siriana, il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Salman (“MBS”), ha accolto il presidente Assad con un ampio sorriso. Ma la sua presenza fu presto offuscata da un ospite a sorpresa. In viaggio verso il Giappone per il vertice del G-7, su un aereo noleggiato dalla Francia, Volodymyr Zelensky è venuto a corteggiare i leader arabi, sperando che avrebbero finalmente ascoltato i suoi appelli a condannare l’invasione russa.

“Purtroppo, alcuni paesi del mondo, e qui tra voi, chiudono un occhio davanti a queste prigioni e all’annessione illegale”.il presidente ucraino ha espresso il suo rammarico, invitando i leader della regione a farlo “guarda onestamente” riguardo alla guerra condotta da Mosca nel suo paese. Alla riunione dei leader arabi, il presidente Zelensky è stato accolto con espressioni alquanto caute. Alcuni, come gli algerini, gli emiratini e soprattutto i siriani, hanno stretti rapporti con la Russia. I sostenitori della neutralità pragmatica nel conflitto tra Ucraina e Russia, il partner strategico in Medio Oriente, non avevano altra scelta che giocare la partita in questo nuovo “colpo” diplomatico di “MBS”.

Le ambizioni del Re del Fuoco vanno oltre il progetto di ricostruzione regionale a cui ha lavorato da quando si è riconnesso con l’Iran a marzo. si disse Mohammed bin Salman “Disposti a fare sforzi di mediazione” tra Kiev e Mosca. Come funambolo, ha sostenuto le risoluzioni delle Nazioni Unite che condannano l’invasione russa e l’annessione delle terre ucraine, ma ha resistito alle pressioni americane per aumentare la produzione di oro nero al fine di ridurre le entrate della Russia. Nel settembre 2022, Riyad ha facilitato lo scambio di dieci prigionieri tra Mosca e Kiev. Lo scorso febbraio, il ministro degli Esteri saudita, il principe Faisal bin Farhan, ha promesso 400 milioni di dollari in aiuti all’Ucraina.

READ  Operazione della polizia del Texas accusata di tenere ostaggi in una sinagoga

“presenza distinta”

La presenza del presidente Zelensky allo stesso vertice a cui ha partecipato Bashar al-Assad è un simbolo del cambiamento regionale. Con il vuoto lasciato dal ritiro degli Stati Uniti, che ha permesso ai russi di prendere piede in Siria, gli attori regionali pensano prima di tutto in termini di propri interessi piuttosto che come membri di un asse. Stanno cercando di trovare un nuovo metodo temporaneo che funzioni per tutti.osserva l’analista saudita Mohammed Al-Yahya, addetto alla Harvard Kennedy School.

Hai ancora il 63,13% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.