Aprile 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

6 Paesi 2024 – Perché Paolo Garbisi potrebbe ripetere il rigore finale contro France XV

6 Paesi 2024 – Perché Paolo Garbisi potrebbe ripetere il rigore finale contro France XV

Ricorderemo a lungo il tentativo fallito di Paolo Garbisi che avrebbe potuto regalare una vittoria storica all'Italia contro il XV di Francia. Ma l'attaccante degli alpini avrebbe potuto ritentare il rigore finale? Elementi di risposta dei professionisti dell'arbitrato.

Gli “dei del rugby” erano francesiLo concludevamo logicamente dopo lo strepitoso ultimo calcio di rigore sbagliato da Paolo Garbisi che ha permesso agli azzurri di… Risparmiare una sconfitta all'ultimo minuto all'Italia. Gli uomini di Fabien Galtier erano a un passo dal subire la prima sconfitta nella storia del XV della Francia contro gli Azzurri in casa nel Sei Nazioni.

Ricordiamo il contesto: nell'ultima occasione di vittoria della Francia, Joram Moivana si isola e manca di sostegno. Il graffio italiano è perfetto sui suoi supporti eArbitro inglese Christoph Ridley Fischi per la Nazionale. Paolo Garbassi, poco 35 metri a sinistra dei pali, ha all'estremità del piede sinistro l'occasione per scrivere una delle pagine più belle del rugby transalpino. Sfortunatamente per l'ex marcatore del Montpellier, la sfortuna alza la testa e la palla cade pericolosamente dal tee mentre passano i secondi.

Cosa dicono le normative?

La domanda qui è se i Blues hanno rispettato le regole ufficiali del Campionato mondiale di rugby. Cosa stanno dicendo esattamente? Lo precisa il punto 8.22 del regolamento “Se il tiratore segnala all'arbitro la sua intenzione di eseguire il tiro, la squadra avversaria deve rimanere immobile, con le braccia lungo i fianchi, non appena il tiratore comincia ad avvicinarsi al calciatore, fino al momento in cui il pallone per il quale è stato effettuato il tiro è stato preso a calci.”

Come mostrano le immagini, diversi giocatori dei Blues, tra cui Sebastian Taofifinoa, non hanno rispettato espressamente questo punto del regolamento. Prima che la palla tocchi terra, François Cros – forse confondendo un calcio di rigore con una trasformazione – corre verso Garbesi prima di essere convocato da Christophe Ridley. Soprattutto, quando Garbesi indietreggia per prendere slancio dopo la caduta della palla, Sebastian Taofifenua alza le braccia e avanza di qualche metro. Il giovane arbitro inglese muove le braccia e sembra segnalare al palo di riserva di restare fermo. Era possibile imporre una sanzione? Se guardiamo solo alla regola, World Rugby definisce quanto segue: “Se la squadra avversaria commette una violazione mentre tenta di segnare un goal [et que] Se il tentativo non ha successo, verrà assegnato un calcio di rigore a 10 metri dal punto iniziale della squadra che non ha commesso l’infrazione.

Del resto, come sapete, Paolo Garbisi ha tirato la palla – esattamente tre secondi prima dello scadere del tempo – e il suo tiro ha centrato il palo sinistro. L'ultima ripartenza di Moivana non ha cambiato nulla: francesi e italiani hanno pareggiato, un pareggio anch'esso storico ma esasperante per i seguaci di Gonzalo Quesada.

READ  Sonia Bombastour dopo PSG-OL: “Eugénie Le Sommer ha avuto un inizio di stagione strepitoso”

Cosa ne pensano Laurent Cardona e Frank Masiello?

L'ex arbitro Laurent Cardona, ora nella squadra del Soyaux-Angoulême in Pro D2, è stato contattato e ha confermato che Christophe Ridley avrebbe potuto prendere la decisione di fischiare. “Questa è la grande differenza con la trasformazione, perché la squadra può attaccare non appena il marcatore prende slancio. Qui nel calcio di rigore, possiamo attaccare solo quando la palla viene calciata, cioè quando la palla è in aria, il che è Non interessa molto, quindi sì, la regola, se la applichiamo così come è scritta, è penalizzata nel senso che la squadra penalizzata non può fare nulla, deve restare a 10 metri di distanza e tutti i giocatori devono rimanere fermi.”

Anche Franck Massilo, capo degli arbitri francesi, conferma che Christophe Ridley avrebbe potuto prendere un'altra decisione: “In effetti avrebbe potuto fischiare. Diciamo che in caso di calcio di rigore non c'è il diritto di concedere un calcio di rigore. Una volta che l'arbitro si accorge del diritto di concedere un calcio di rigore, può rinviare il tiro di rigore. altri 10 metri.” Qui le immagini sono chiare e Ridley osserva chiaramente l'atteggiamento punitivo dei francesi. “È l’arbitro che deve prendere la decisione. Continua Masiello. Avrei capito perfettamente se avesse preso quella decisione. Ma questa regola è lasciata alla discrezione dell'arbitro. Ad esempio, il protocollo video non può entrare in vigore in questo caso specifico.” Al contrario, correre verso il marcatore in una deviazione in cui il video può verificare la partenza del difensore.

Avrei preso la sua stessa decisione

Se la regola rigida è sfavorevole ai Blues in questa procedura, Laurent Cardona comprende la scelta di Christophe Ridley. “Ancora una volta c'è la regola e l'applicazione della regola. In situazioni come questa, possiamo trovarne un certo numero. Non riesco a immaginare questo giovane arbitro che ha diretto la sua prima partita nel torneo, fischiando e dando a Garbesi la possibilità di ripetere il rigore”, ha aggiunto. Non ha considerato che i pochi passi e le braccia alzate del francese hanno ostacolato Paolo Garbisi nel suo tentativo..

In effetti, l'attaccante italiano non sembra mai infastidito dalle azioni dei giocatori francesi, piuttosto è molto preoccupato per quella pallina che cade dal tee e per il ticchettio del tempo. “È un'ottima decisione. Personalmente avrei preso la sua stessa decisione”.Conclude.

READ  I piani di Erik ten Hag per riportare il Manchester United al vertice, il potente messaggio di Mikel Arteta a Graham Potter

Leggi anche:
Francia – Italia – La domanda fastidiosa: Fabian Galthie dovrebbe cambiare tutto nella partita contro il Galles?

Quello che è certo è che Christoph Ridley non se la caverà bene al suo debutto nel Sei Nazioni. Tra l'articolo di Charles Olivon, Cartellino rosso per DanteIn generale, due squadre indisciplinate, Francia e Italia, sono cadute in una situazione insostenibile. “Non ci piacciono queste sanzioniRicorda Cardona. Odiamo segnare le partite e preferiamo che le squadre lo facciano, ma qui l'errore sul terreno era evidente e la sua decisione aveva senso.

L'ex arbitro rende finalmente omaggio al numero uno dell'Inghilterra [qui] Ottimo lavoro.” “Lo scenario lo farà crescere più velocemente. E' molto positivo per lui perché una partita del genere dimostra che puoi gestire bene una partita difficile”. Dal canto suo Paolo Garbisi non ha mai fatto riferimento alle regole nel restituire il tiro mancato. Invece l'attaccante, che ha firmato recentemente per il Tolone, ha voluto scusarsi tramite il microfono di France 2: “Mi dispiace, devo essere all'altezza. Fa parte del mio lavoro ma in quel momento non l'ho fatto bene”.