Giugno 14, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Uno studio ha scoperto che mangiare broccoli o cavoli può ridurre la sensibilità della pelle

Uno studio ha scoperto che mangiare broccoli o cavoli può ridurre la sensibilità della pelle

Secondo i ricercatori di nserm, la mancanza di composti presenti in questo ortaggio nella dieta può esacerbare queste reazioni cutanee.

Articolo scritto da

pubblicato

aggiornare

momento della lettura : 1 minuto.

Secondo uno studio, mangiare broccoli ridurrebbe il rischio di sviluppare allergie cutanee.  (Patrick Lefèvre/MAXPPP)

Mangiare broccoli o cavoli può ridurre la gravità delle allergie cutanee, secondo a Stabile Presentato martedì 16 maggio dall’Istituto nazionale per la salute e la ricerca medica (INSERM). I ricercatori sottolineano l’importanza di una dieta ben bilanciata per i pazienti con queste reazioni cutanee.

In questo studio pubblicato sulla rivista scientifica in inglese eVitaI ricercatori dell’NSERM e dell’Istituto Curie hanno mostrato in primo luogo che nessun composto trovato in alcune verdure, in particolare broccoli e cavoli, può esacerbare le allergie cutanee nei modelli animali.

Crociati

Nel loro lavoro, gli scienziati erano particolarmente interessati ai composti alimentari che agiscono su una molecola presente nel corpo chiamata recettori degli idrocarburi aromatici (Ahr). Questi nutrienti si trovano naturalmente nelle verdure crocifere, come i broccoli.

Hanno dimostrato che l’assenza di questi nutrienti nei topi era associata ad un aumento dello stato infiammatorio della pelle e all’esacerbazione della sensibilità cutanea, il che non era il caso dei topi che ricevevano una dieta contenente questi composti.

I nostri risultati indicano che una dieta squilibrata può aumentare le reazioni cutanee allergiche negli esseri umani.ha commentato Elodie Segura, ricercatrice dell’Inserm, citando un comunicato stampa.