Dicembre 2, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Uno studio avverte che le infezioni ricorrenti raddoppiano il rischio di problemi di salute

Attenzione alle infezioni frequenti. Persone che hanno COVID-19 Più di una volta rischia di avere una serie di problemi di salute Salute Grave di chi l’ha ricevuto una sola volta, questo giovedì conferma il primo grande studio sull’argomento. Infezioni ricorrenti aumentate come virus Tuttavia, gli effetti sulla salute a lungo termine di questa infezione sono rimasti poco chiari fino ad allora.

Un nuovo studio è stato pubblicato giovedì sulla rivista medicina della natura Esamina per la prima volta come la reinfezione aumenti il ​​rischio di problemi di salute Sei da tempo covid. I ricercatori statunitensi hanno analizzato le cartelle cliniche anonime di 5,8 milioni di persone nel National Health Care Database del Dipartimento per gli affari dei veterani degli Stati Uniti.

“Tutti i tipi di problemi di salute indesiderati”

Più di 443.000 persone sono risultate positive Malattia di coronavirus Almeno una volta tra il 1 marzo 2020 e aprile 2022. Di questi, 41.000 hanno contratto il COVID-19 più di una volta. Nel dettaglio, oltre il 93% in tutto ha avuto due infortuni, mentre il 6% ne ha tre e circa l’1% ne ha quattro. I restanti 5,3 milioni non hanno mai contratto il Covid. Quando i ricercatori hanno confrontato i risultati sulla salute dei diversi gruppi, hanno scoperto che “le persone che sono state nuovamente infettate avevano un rischio maggiore di tutti i tipi di problemi di salute indesiderati”, ha detto l’epidemiologo Ziad al-Aly all’AFP. Washington a St. Louis e principale autore dello studio.

Ad esempio, i problemi cardiaci e polmonari erano tre volte più comuni tra le persone che erano state nuovamente infettate. Secondo lo studio, la reinfezione ha anche promosso malattie cerebrali, malattie renali e diabete. Tuttavia, gli autori hanno riconosciuto alcuni pregiudizi nel loro studio, incluso il fatto che includeva principalmente uomini bianchi più anziani.

READ  le décès du prix Nobel confirmé, l'Élysée lui rend homage