Dicembre 1, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Una famiglia di quattro generazioni di medici racconta i cambiamenti della professione

Nella famiglia Bai, non abbiamo davvero discusso della professione. medicina noi “Ho vissuto in”. Per il trisnonno Henry, il nonno, Pierre, il padre, Benoit e due bisnipoti, Leo e Chloe, l’esca è stata tramandata spontaneamente nell’arco di quattro generazioni.

Sia che due abbiano scelto la medicina generale, una per l’oncologia e una per l’anestesia e la rianimazione, che due si siano sistemati in una clinica privata e gli altri abbiano preferito un ospedale, lo stesso filo conduttore guida il loro percorso: il contatto con il paziente, il sentimento del servizio reso, la soddisfazione dei compagni durante gli eventi importanti che segnano la loro vita.

Se nessuno si pente della loro scelta, in un momento in cui il sistema sanitario francese va in crisi, hanno accettato di tornare alla loro professione e di analizzare i cambiamenti. Tra le storie di Henry, condivise o ascoltate, e quelle di Benoit, più di settant’anni fa.

Leggi la colonna: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti “La riforma sanitaria deve iniziare nel 2023”.

Dopo aver studiato medicina a Parigi negli anni ’40, il bisnonno della famiglia Bey decise di tornare nella cittadina di Marnay, nell’Alta Saona, per aprire la sua clinica. Ha lavorato lì come medico generico di campagna fino alla sua morte nel 1988, all’età di 73 anni. “Mio padre era sempre al servizio, ma non era affatto il suo schiavo, Ricorda suo figlio Pierre, 77 anni, oncologo in pensione. Per quanto strano possa sembrare ora, non possiamo più immaginare un medico che può essere chiamato sette giorni su sette, ventiquattro ore al giorno! »

Fiducia e rispetto

Parliamo di un’altra epoca. Il luogo dove vita privata e vita professionale si intrecciano naturalmente. Dove nessuno si sorprende che il dottore si arrabbi nel cuore della notte e continui il giorno successivo con le sue consultazioni, senza contare il suo tempo. Un’epoca in cui era normale che la moglie del medico di base – questo era il caso della moglie di Henry – rispondesse al telefono per annotare le visite e talvolta “smistare” i pazienti durante il tour e farsi carico dei conti dell’azienda.

READ  Clorofilla dove meno te l'aspetti
Pierre Bay, 77 anni, oncologo in pensione, nella sua casa di Nancy il 6 luglio 2022.

In quegli anni, quando la famiglia usciva per il pranzo domenicale con la nonna, Henry faceva spesso una o due visite durante il tragitto. “Non pensavamo fosse un guinzaglio, abbiamo solo aspettato in macchina, Pietro ricorda. Comunque, non lo sapevo, perché mio padre lo sopportava. Non l’abbiamo sentito lamentarsi. Sapeva come distinguere l’urgente dal meno urgente, sapeva quanto tempo ci sarebbe voluto per partorire e quando tagliare il giardinaggio o il gioco dei tarocchi! »

Hai ancora il 68,98% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.