Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Un numero insolito di casi di dengue è stato segnalato nella Francia continentale

Le autorità sanitarie hanno annunciato mercoledì che 26 casi di dengue indigena sono stati segnalati nella Francia continentale dall’inizio dell’anno, un livello superiore rispetto agli anni precedenti.

La direzione generale della salute (DGS) ha affermato che sono stati identificati nelle regioni della Provenza-Alpi-Costa Azzurra e dell’Occitania.

Casi di dengue “originale” si sono verificati in persone che non si erano recate nell’area abituale in cui si stava diffondendo il virus, all’estero o all’estero, nei 15 giorni precedenti l’insorgenza dei sintomi.

Solo una decina di casi all’anno

Dal 2010, l’agenzia francese per la sanità pubblica ha registrato poco più di una dozzina di casi indigeni nei suoi rapporti annuali più gravi.

La febbre dengue è una malattia infettiva trasmessa da persona a persona attraverso il morso di una zanzara tigre infetta. Il virus circola regolarmente nelle province francesi delle Antille, nonché nelle isole francesi dell’Oceano Pacifico e dell’Oceano Indiano.

Nella Francia continentale, l’Aedes albopictus o zanzara tigre, un potenziale vettore di dengue, è attualmente stabilito in 67 divisioni, secondo il DGS.

Nel 2020 le autorità sanitarie hanno identificato 14 casi di dengue indigena e nel 2021 due.

Febbre, mal di testa e dolori muscolari

I sintomi sono spesso simil-influenzali (febbre, mal di testa, dolori muscolari) e compaiono entro 3-14 giorni dopo una puntura di zanzara. La febbre dengue è spesso benigna e complicata dalle forme emorragiche. Il trattamento è sintomatico, inclusi dolore e febbre.

Il ministero della Salute insiste sul fatto che “la prevenzione delle punture e il controllo della diffusione delle zanzare sono necessari per ridurre l’insorgenza di focolai epidemici”.