Luglio 12, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Tour de France 2024 |  Budget e stipendi… “È come il Paris Saint-Germain”: il ciclismo è in pericolo?

Tour de France 2024 | Budget e stipendi… “È come il Paris Saint-Germain”: il ciclismo è in pericolo?

Per disputare l’ultimo giro della vittoria in un Grande Giro il budget supera i 35 milioni di euro. Tra i 18 e i 35 anni, possiamo sperare di vincere dei Monumenti di tanto in tanto e di finire tra i primi dieci nei Grandi Giri“. Gli investitori, Jean-François Bourlart, responsabile di Intermarché-Wanty Training, vi hanno tracciato la strada. Sono solo quattro quelli che si avvicineranno ai 35 milioni di euro per la stagione 2024: UAE, Visma | Rent a Bike, INEOS Grenadiers e BORA-Hansgrohe con il contributo della Red Bull E per gli altri Briciole a 15, 20, 25 o 30 milioni.

I soldi uccideranno il ciclismo?

Credito: Quentin Guichard

Quali squadre hanno vinto un Grand Tour dal 2020? Physma (7), UAE (3), Ineos (2), Sodal e Bora (1). Chi ha vinto le più grandi corse a tappe nel 2024? Gli stessi, ovviamente. “È come il calcio: sì, il successo si compra con i soldi!Entusiasta il nostro consulente Jens Voigt. Se Guardiamo i risultati delle ultime due stagioni, dove UAE, Visma, INEOS, BORA e Lidl-Trek hanno vinto l’80% delle gare. c’è un problema“.

Ansia nel gruppo

Il tedesco avrebbe potuto ampliare il suo pensiero oltre il 2023 e il 2024, visto che dal 2020 e dal Covid il calcetto ha monopolizzato quasi tutte le corse a tappe. “Non che possa preoccuparci, ma che ci preoccupa“, afferma Cédric Vasseur, direttore di Cofidis.

immagine

Regalo standard: Pogacar ha ricevuto una maglietta bianca unica

Ma la sua squadra non starebbe meglio con Juan Ayuso, Adam Yates o Joao Almeida, i tre potenziali vincitori del Grand Tour che lavoreranno con Tadej Pogacar per le prossime tre settimane? Matthieu Jorgenson, Visma Lusso Piano B? Tom Pidcock, Egan Bernal o Geraint Thomas sono tutti disposti a rimediare al fallimento di Carlos Rodriguez all’INEOS? Jay Hindley o Aleksandar Vlasov, Primoz Roglic e l’assistente di Bora?

Tetto salariale, tetto di budget? L’UCI ha insegnato

Tre, quattro o cinque squadre possono raccogliere ingenti somme di denaro. Quindi, 30 corridori per squadra x 4, i primi 120 corridori complessivi finiscono nelle stesse squadre“, esagera volutamente Thierry Maréchal, direttore sportivo della Cofidis. Una posizione riassunta da Stephane Helot, presidente della Lotto-Dstny: “È come il calcio con il Paris Saint-Germain“Ma alla lunga, tutto ciò non nuoce alla condizione generale del ciclismo in un’economia ancora fragile, come dimostra la fusione infine fallita tra due colossi, Sodal e Visma, o la scomparsa di alcune squadre incapaci di tenere il passo?

Per combattere sempre di più la corsa e soprattutto i divari che si creano pericolosamente, l’UCI vorrebbe immaginare un “budget cap” o un “salary cap” che sarebbe in qualche modo simile visto che oggi gli stipendi pesano per l’80% sul budget delle squadre. Un bel sogno di un mondo aperto dove l’UCI organizza le gare, ma non tutte, e dove il corridore può essere soprattutto un lavoratore dipendente, e quindi versante di contributi, oppure un libero professionista. Ciò che ha aiutato così tanto i corridori francesi durante la crisi del Covid funziona a loro vantaggio, atleticamente parlando, per il resto del tempo.

READ  Neymar rifiuta di stringere la mano a Campos dopo aver vinto sulla Juventus!

Allenati, prega e lascia al miglior offerente

Resta il fatto che questa idea trova sostegno tra i nostri interlocutori di Peloton. Tra i capitani delle squadre pensiamo ai loro compagni, i corridori, ma anche al pubblico che può stancarsi di vedere sempre le stesse persone lottare e vincere, anche se l’esempio della Champions League lo dimostra – lo sa, purtroppo o fortunatamente. Come trovare il suo account lì. Le squadre nell’ultimo terzo del World Tour sono costrette a sottoporsi a esercitazioni, pregare di inciampare nella pepita e poi tenerla premuta abbastanza a lungo prima di vederle arrendersi inesorabilmente al richiamo della sirena di stipendi intoccabili.

immagine

Da Firenze a Nizza: il percorso completo del Tour de France 2024

È vero che essere derubati è sempre una vergogna.Helot se ne rammarica. Ma fa parte del lavoro“. È riuscito a prolungare la sua classe in bottiglia, Arnaud De Lie, Maxim Van Gils o Lennert Van Eetvelt proprio come Biniam Girmay che rimarrà fino al 2026 a Intermarché-Wanty.

Lenny Martinez e Romain Gregoire potrebbero invece lasciare il Groupama-FDJ al termine della loro seconda stagione tra i professionisti, confermando che i divari continueranno ad ampliarsi nel World Tour che sarà presto diviso tra diversi”.Divisioni” Che gareggerà senza il veleno dell’incertezza. Non è un caso che nel suo piano per vincere un Grande Giro nel 2028, Decathlon-AG2R si affidi invece a un ragazzo locale – Paul Seixas in ogni caso -, e non a un (molto) recluta costosa.

Ci saranno sempre soluzioni per chi non rispetta le regole

Chi può vincere una Vuelta o un Giro in un’altra squadra, che può guadagnare 2,5 milioni di euro, non dovrebbe avere problemi a pagargli 3,5 o 4.“, ricorda Jean-François Borlart, imitando la strategia degli Emirati Arabi Uniti, il cui budget sembra sempre più illimitato. Ieri, investire in Adam Yates, Jay Hindley o Joao Almeida comportava la sua parte di rischi, e oggi è diventato impossibile per tre quarti delle squadre mondiali del World Tour. Il tetto salariale è la soluzione miracolosa?

READ  Annuncio XXL del presidente del Corinthians riguardo a Gabriel Moscardo!

Sì, idealmente lo troverei affascinante, ma per me è una perdita di tempo ed energie. Conosco ancora alcune persone e ci saranno sempre soluzioni a queste persone che non rispettano le regole. Posso pretenderlo, posso volerlo, nel migliore dei due mondi…“Il ciclismo non è questo mondo e nel 2024 dovremo abituarci più che mai a vedere quattro squadre che rappresentano l’80% della classifica sulla tappa di montagna del Tour de France.