Gennaio 20, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Test portatile Honor MagicBook View 14: un computer molto buono e omogeneo

Troviamo il solito design Honor, con un telaio in alluminio e un aspetto molto simile a quello dei MateBook di Huawei e dei MacBook di Apple. Tutto sembra molto solido ed elegante, soprattutto perché le cornici dello schermo sono molto sottili. L’angolo di inclinazione dello schermo è invece stranamente limitato, mentre la tendenza è più verso modelli molto inclinati, che talvolta raggiungono i 180 gradi. Non ci sono problemi a segnalare il normale utilizzo, ma questo può sovrapporsi un po’ in alcuni casi specifici (computer sulle ginocchia, per esempio).

Il PC è decorato con uno schermo con cornici strette e uno chassis resistente.

Si dovrebbero notare alcune delusioni sul lato della tastiera, in quanto la sua imbottitura è ampia e la scrittura è un po’ morbida. D’altra parte, è davvero silenzioso da usare. La retroilluminazione – regolabile su 3 livelli – non è molto potente, anche se premuta al massimo; Puoi vederlo al buio, ma non di giorno, nemmeno in casa. Nella parte in alto a destra della tastiera è presente un lettore di impronte digitali per sbloccare velocemente il computer, cosa molto pratica.

La retroilluminazione non è molto forte.

La retroilluminazione non è molto forte.

La webcam è inoltre dotata di un modulo a infrarossi e quindi può anche utilizzare il riconoscimento facciale tramite Windows Hello. Scatta con una risoluzione fino a 1440 pixel e la qualità dell’immagine è chiara in condizioni di luce intensa. In condizioni di illuminazione limitata, l’immagine è decisamente più sgranata, ma comunque utilizzabile.

Per essere un mini PC da 14,2 pollici, Honor fa bene in termini di connettività grazie alla presenza di una porta HDMI e di una porta USB-A 3.2, una porta USB-C 3.2, USB-C Thunderbolt 4 e un mini -Jack. È un peccato che le due porte USB-C non siano Thunderbolt, ma entrambe gestiscono comunque il carico. Inoltre, Bluetooth 5.1 e Wi-Fi 6 assicurano una connessione veloce a varie reti.

La connettività è invece prevista per un computer da 14 pollici.

La connettività è invece prevista per un computer da 14 pollici.

Per accedere ai componenti bisogna rimuovere le 10 viti Torx sotto lo chassis, ma la scalabilità è mista: la RAM è saldata, ma l’SSD M.2 è removibile. La batteria può essere sostituita anche semplicemente rimuovendo alcune viti.

L'SSD è rimovibile, ma la RAM no.

L’SSD è rimovibile, ma la RAM no.

Anche il riscaldamento del computer è molto contenuto. A pieno riscaldamento abbiamo osservato un picco di 42 °C all’uscita dell’aria, mentre il centro della tastiera ha raggiunto a malapena i 35 °C. Pertanto, la doppia ventilazione è molto efficace, ma può essere udita una volta avviate applicazioni pesanti. Con 38,5 dB, il volume durante il calcolo non è chiaramente al livello dei computer dotati di schede grafiche dedicate, ma alla lunga può risultare fastidioso. Sotto carico minore, ad esempio nell’uso in ufficio, la ventilazione è completamente silenziosa.

Il computer rimane freddo al centro della tastiera.

Il computer rimane freddo al centro della tastiera.

Honor MagiBook View 14 ha un processore Intel Core i7-11390H, 16 GB di RAM e un SSD da 512 GB. La CPU della serie H beneficia di un involucro termico relativamente alto di 35 W, esteso da Honor a 45 W in modalità di attivazione delle prestazioni (disponibile solo quando il laptop è collegato e si preme Fn+P). La CPU Intel funziona a 3,4 GHz con turbo a 5 GHz. Abbiamo notato una media di 3,9 GHz nell’elaborazione video su HandBrake. Quindi il basso numero di core (4 in totale) del processore è parzialmente compensato da elevate velocità operative.
Stranamente, l’attivazione della modalità prestazioni non ha modificato le prestazioni del processore e le frequenze operative sono rimaste le stesse. È difficile dire se si tratta di un problema software che può essere corretto con un aggiornamento o se Honor ha migliorato male il chip…

Le prestazioni del processore sono molto buone.

Le prestazioni del processore sono molto buone.

Il suo benchmark CPU di 101 rimane molto corretto, tuttavia è inferiore al Core i7-11800H o Ryzen 7 5800H, ma migliore del classico Core i7-1165G7 che alimenta molti dispositivi mobili ultrasottili. In pratica, puoi utilizzare software di elaborazione delle immagini senza alcun problema, o anche eseguire un po’ di editing video, anche se in questo caso non c’è una GPU dedicata.

Nel gioco, il chip grafico integrato Intel Iris Xe di solito non fa miracoli, ma lo fa comunque bene. occupazione Diablo III Ad esempio, con la grafica impostata su Alta, il PC ha una media di 45 fotogrammi al secondo. occupazione Nota e guarda Sintonizzato al minimo dettaglio, è balzato a 108 fps. Quindi possiamo facilmente sfruttare alcuni titoli più vecchi o meno impegnativi.

Honor punta chiaramente sullo schermo da 14,2 pollici del MateBook. Touch e in formato 3:2 (2520 x 1680 pixel), lascia un’area di lavoro superiore a 16:9 e i suoi bordi sottili sono molto evidenti, soprattutto perché il tasso di occupazione del pannello è elevato (85%). Inoltre, il produttore ha optato per un pannello che si aggiorna a 90Hz, che può essere abbassato a 60 o 48Hz premendo Fn + R. Mentre si suppone che 90Hz fornisca un’esperienza più fluida, è davvero difficile percepire la differenza nell’uso dell’automazione dell’ufficio , e questo è generalmente a scapito dell’indipendenza.

Anche la colorimetria della tavolozza è una buona sorpresa. Una scala Delta E di 1.2 e una temperatura media di 6530 K sono considerate ideali. Il rapporto di contrasto misurato (1800:1) è ottimo e la luminosità massima (400 cd/m²) supera di poco quanto dichiarato dal produttore. Il computer perde una stella in questo segmento a causa dell’elevato residuo (22ms) che non avrà alcun effetto sull’office automation, ma soprattutto una riflessione media del 54%, molto alta, come spesso accade sui touch screen.

Da sinistra a destra, curva gamma, temperatura colore e Delta E.

Da sinistra a destra, curva gamma, temperatura colore e Delta E.

punti fortezza

  • Cornice elegante.

  • Schermo a 90Hz con proporzioni 3:2 con cornici sottili.

  • Piatto perfettamente calibrato.

  • Qualità della webcam.

  • Lettore di impronte digitali e riconoscimento facciale.

Punti deboli

  • Retroilluminazione dei tasti morbida.

  • L’angolo di inclinazione dello schermo è limitato.

  • Modalità “prestazioni” inefficace.

conclusione

L'abbiamo testato, ci è piaciuto molto

Il MagicBook View 14 Honors è il limite per eccellenza. Ricordiamo in particolare il suo schermo quasi perfetto, il processore efficiente, l’autonomia più che sufficiente, la webcam di alta qualità e una parte audio onorevole. Tuttavia, alcuni difetti gli impediscono di camminare fino in fondo, come la tastiera imperfetta, il touchscreen altamente riflettente e una modalità prestazioni che alla fine non porta nulla. Tuttavia, questo PC sembra rappresentare un ottimo rapporto qualità/prezzo visti i servizi offerti.

Sottonote

  • Edificio

  • Offerte

  • Tenere sotto controllo

  • La mia voce

  • Mobilità / Autonomia

READ  Usa lo schermo Xiaomi 1C per meno di 100 euro!