Ottobre 20, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Test del forno da incasso DOR7586X: De Dietrich fa un duro colpo

Il DOR7586X non può negare le sue origini, se non per la presenza del famoso amaretto di rame ornato da un corno da caccia. Soprattutto, il pannello di controllo è facilmente riconoscibile. L’enorme disco è proprio lì, spostato leggermente a destra, accanto a uno schermo diviso. Una serie di delicati interruttori sulla sinistra completano il quadro, sopra una porta scorrevole con finiture nere e maniglia in alluminio spazzolato. Siamo lontani daAEG BPE642120M.

Le qualità finali sono impeccabili.

Tuttavia, la gestione del DOR7586X non risente minimamente di questa estetica raffinata. Tutto questo viene fatto utilizzando un disco che, al centro di esso, ospita un pulsante di convalida. Dopo aver acceso l’apparecchio, si arriva alla pagina della modalità manuale che permette di scegliere la modalità di cottura: convezione naturale, aria calda…ruotando la manopola, premendo il pulsante centrale, e il gioco è fatto.

Dopo questo primo passaggio, si procede all’impostazione della temperatura, della durata o della fine del tempo di cottura, sempre ruotando la manopola e selezionando il parametro da regolare grazie – indovino – alla manopola. Un’ultima pressione sul tasto centrale e tutto è convalidato. Non resta che ripetere la procedura per gli altri aspetti della programmazione (temperatura, durata, ecc.) prima di selezionare l’inizio della cottura e premere un’ultima volta il pulsante della manopola fino all’inizio della procedura.

La schermata del Pannello di controllo semplifica l'avvio.

La schermata del Pannello di controllo semplifica l’avvio.

Una volta interrotta la cottura dal timer o dall’utente, si arriva alla pagina principale. Questa pagina differisce dalla pagina visualizzata all’avvio del DOR7586X e dà accesso alla modalità manuale classica (denominata “Esperto” da De Dietrich) di cui abbiamo parlato sopra, ma anche dalla pagina che utilizza le funzioni Steam del DOR7586X, che è logicamente chiamato “esperto di vapore”. Sono inoltre presenti due assistenti di cottura (uno classico e uno per vapore), una pagina dedicata alla cottura a bassa temperatura, una scheda opzioni, accesso a varie operazioni di manutenzione (svuotamento, decalcificazione, pulizia a vapore), e infine un’impostazione del timer.

A nostro avviso, aveva più senso mostrare questa particolare home page all’avvio del DOR7586X piuttosto che la scheda della modalità manuale. Per accedervi dopo aver acceso il forno, premere l’interruttore sensibile decorato con tre barre orizzontali, che è un trattamento aggiuntivo.

L’assistente di cottura, infatti, ha un’ampia varietà di preparazioni che vanno dal petto di pollo al filetto di pesce al roast beef. Soprattutto, è molto facile da usare grazie al display che mostra il nome completo delle lozioni. Quindi possiamo dimenticare il manuale cartaceo che funge da indicatore per forni meno sofisticati per abbinare i codici alfanumerici del chip al nome delle lozioni.

L'apertura del serbatoio è un po' piccola.

L’apertura del serbatoio è un po’ piccola.

Come un forno con funzioni vapore degne di questo nome, il DOR7586X ha un serbatoio dell’acqua in cui è presente un foro di riempimento, decorato con un diodo blu, in alto a sinistra. Come già per la stragrande maggioranza dei dispositivi di questo tipo, è possibile procedere al riempimento in qualsiasi momento, premendo e tenendo premuto il pulsante indietro. Inoltre, il DOR7586X fornisce l’accesso al serbatoio quando si assicura che non ci sia abbastanza acqua prima della cottura a vapore. Attenzione, l’operazione non è semplice perché il foro è stretto.

DOR7586X è chiuso e aperto.

DOR7586X è chiuso e aperto.

De Dietrich fornisce la classica griglia e leccarda (una copia di ciascuna) a cui si aggiungono una coppia di mezze griglie (queste sono attaccate alla leccarda), oltre a una teglia forata studiata appositamente per l’utilizzo del vapore.

Le modalità di cottura disponibili sul DOR7586 sono numerose e soddisferanno sia gli chef esperti che i principianti in cucina.

Quindi troviamo convezione naturale convenzionale, calore circolante (resistenza ad anello e ventola che lavorano insieme), calore in comune (tutte le resistenze sono utilizzate in aggiunta alla ventola), cucina ecologica, grill ventilato, pavimento ventilato, grill variabile e riscaldamento. Scongelare, cuocere e infine asciugare. La presenza di un generatore di vapore a queste modalità standard aggiunge diverse altre possibilità che sfruttano l’umidità nell’intercapedine: vapore 100%, vapore tradizionale ventilato, grill a vapore ventilato, vapore ad aria calda, rinfrescante pane del giorno prima.

Anche Cooking Assistant è diviso in due categorie principali, una focalizzata sulle ricette che utilizzano il vapore e l’altra più classica. In entrambi i casi la scelta dei piatti sembra adeguata e abbastanza completa. Naturalmente, non troverai il programma automatico per lo Yorkshire pudding, comeMolti OCS8678G Con 160 programmi automatizzati. Buon punto, la struttura ad albero utilizzata da De Dietrich è molto logica e gli chef alle prime armi troveranno il programma automatico per il piatto che stanno per cucinare senza girovagare troppo. E ciò che non rovina nulla è che il grande schermo rende più facile gestire l’assistente automatizzato poiché le categorie, le sottocategorie e il nome dei prodotti sono scritti per intero. Se ciò non bastasse, i pittogrammi aiutano comunque l’utente a orientarsi.

De Dietrich DOR7586X dimostra eccellenti prestazioni di cottura. È davvero molto veloce aumentare la temperatura all’interno della muffola da 25°C a 185°C. Infatti, nella modalità di riscaldamento ventilato, ci sono voluti solo 4 minuti e 10 secondi per far funzionare questo processo. In modalità stazionaria, aspettiamo altri 10 secondi. È uno dei dispositivi più veloci nel nostro confronto.

La stabilità della temperatura è eccellente, sia che si utilizzi la modalità di riscaldamento statico che la modalità di riscaldamento forzato.

Curva di temperatura De Dietrich DOR7586X in modalità riscaldamento statico a 200 °C.

Curva di temperatura De Dietrich DOR7586X in modalità riscaldamento statico a 200 °C.

La curva è quasi rettilinea e non c’è fase di eccessiva o sottocottura, anche a bassa densità e ravvicinate. Pertanto, i cuochi non potranno mettere il cappello sul proprio forno se il soufflé non sale o scende molto velocemente a fine cottura.

Curva di temperatura De Dietrich DOR7586X in modalità riscaldamento forzato a 250°C.

Curva di temperatura De Dietrich DOR7586X in modalità riscaldamento forzato a 250°C.

Risoluzione ridotta: queste prestazioni premium sono valide a 200°C a 250°C. Per essere un po’ complicato, l’installazione richiede un po’ di tempo – lasciare un buon 20 minuti.

Il calore in modalità eco è meno stabile. Servirà, quindi, solo per riscaldare pietanze meno esigenti in termini di qualità culinaria, come un piatto di lasagne o un tien di verdure.

Curva di temperatura De Dietrich DOR7586X in modalità eco a 200°C.

Curva di temperatura De Dietrich DOR7586X in modalità eco a 200°C.

Notiamo infine che le otto curve (che simboleggiano la temperatura registrata in diversi punti della cavità) sono molto vicine tra loro. Ciò significa che la temperatura è distribuita uniformemente in tutto il recinto. Tutti i biscotti su una teglia saranno dorati allo stesso modo, indipendentemente dalla loro posizione, vicino alla porta o sotto la muffola.

I forni De Dietrich sono generalmente molto energivori. Il DOR7586X non fa eccezione, anche se non ci sono particolari picchi di consumo.

In modalità calore statico, ha bisogno di 0,81 kWh per raggiungere la fine del test di consumo di 45 minuti che consiste nel passare da 25°C a 200°C, e quindi mantenere questa temperatura nel guanto. La modalità di riscaldamento forzato consuma meno energia: questa volta occorrono 0,80 kWh per raggiungere la fine dell’allenamento.

Ovviamente la modalità eco è meno golosa e richiede solo 0,69 kWh. Tuttavia, come abbiamo visto, la stabilità della temperatura non è garantita e quindi evitiamo di utilizzarla per cotture molto delicate.

READ  Secondo quanto riferito, l'attività di Jeff Bezos ha trovato un nuovo mercato redditizio dopo la vendita online