Novembre 26, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Sta vendendo più o meno di prima? Incerto


Questo articolo fa parte del rilevatore di vociClicca qui per altri testi.


Per i produttori di energia eolica, la sua presenza abbondante è sinonimo di profitto. Ma i venti che soffiano a meno di 100 metri dal suolo sono di natura costantemente fluttuante e turbolenta. Questo è ciò che rende così difficile monitorare, analizzare e modellare questa variabile climatica.

il vento si chiama vento superficiale Sono movimenti d’aria causati, tra l’altro, dalle variazioni della pressione atmosferica. Si misura usando Anemometri, I dispositivi galleggiano a dieci metri dal suolo. Questi venti sono influenzati dalle escursioni termiche e da variabili locali come la topografia, l’urbanizzazione e la presenza di copertura vegetale.

fino all’ultimo respiro?

Dopo diversi anni di misurazioni continue da parte di molte stazioni meteorologiche – dotate di anemometri – possiamo provare a determinare le tendenze. nel 2010Un team di ricercatori franco-britannici, ad esempio, ha analizzato le registrazioni del vento da più di 800 stazioni situate nell’emisfero settentrionale tra il 1979 e il 2008. Questo sarà uno dei primi studi su larga scala di questo genere.

La loro conclusione è che i venti sarebbero diminuiti dal 5 al 15% a seconda della posizione durante questi tre decenni. Questa conclusione è coerente con quella del Consorzio del Quebec per la climatologia regionale e l’adattamento ai cambiamenti climatici (Ouranos). Nel 2015, questo consorzio Questo è stato segnalato “La maggior parte delle stazioni del Quebec mostra una tendenza a velocità medie del vento inferiori durante tutto l’anno, tra il 1953 e il 2006”, anche se alcune stazioni settentrionali si discostano da questa osservazione generale.

E nel 2021, nel Parte prima del sesto rapporto di valutazioneL’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) ha riportato un rallentamento della velocità del vento di 0,063 metri al secondo per decennio, tra il 1979 e il 2018. L’IPCC ha anche previsto che con l’aumento delle temperature, questa tendenza al ribasso sarebbe continuata nella maggior parte del mondo.

READ  Orléans: la scienza tra info e infox

grande “ma”

Ma il diavolo è nei dettagli. un Un recente studio internazionale, basato sui dati di 9.000 stazioni meteorologiche in tutto il mondo, che indicano un’improvvisa accelerazione dei venti nell’ultimo decennio. Secondo i ricercatori, ciò è dovuto ai “cambiamenti nei cicli oceanici del trasferimento di calore nell’acqua e nell’atmosfera”. non posso dire Se la situazione si invertirà nuovamente nei prossimi anni.

A livello regionale, il Programma Europeo Copernicus Rapporti I venti accelerano nel nord Europa e rallentano al centro del continente. Alcuni paesi dell’Europa occidentale hanno persino registrato alcune delle velocità del vento annuali più basse almeno dal 1979.

In sintesi, resta ancora molto lavoro da fare per migliorare l’accuratezza dei modelli climatici in modo da poter rendere conto delle influenze locali che influenzano i venti. L’industria dell’energia eolica dipende da questo, sapendolo Il secondo più grande Una fonte di energia rinnovabile in Canada. in alcuni paesi, come la DanimarcaInfatti, è la principale fonte di produzione di energia elettrica. un “vento seccoQuindi potrebbe avere conseguenze economiche significative.

Foto: Eric Wilde / Wikipedia, l’enciclopedia libera