Novembre 29, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Sono quello che tutti guardano in palestra

Rick Wilking/Reuters Le palestre francesi stanno perdendo la pazienza.

Rick Wilking/Reuters

Raggiungerò il mio obiettivo? Nessuna idea. Morirò qualche volta? probabilmente. Avrò un calo di motivazione? certamente. Perché conosco già quel modo. Lo so perché ci sono già passato.

Salute – Oggi mi sono iscritto a una palestra. Oggi ero i piccoli grandi bicchieri che spingono la porta di una stanza gli sport venire a perdere il peso.

La mia salute mentale prima di tutto

Ho ripreso l’iscrizione perché non approvo più l’immagine speculare che sto postando. Oggi, la mia salute mentale e il mio benessere devono subire questa perdita il peso. Oggi non so se la società, il patriarcato o altro mi spinga a farlo, ma so che ne ho bisogno.

Quindi forse in una società ideale avrei imparato ad assumermi la responsabilità del mio corpo, cioè Le forme e peso. Probabilmente non sarei andato a registrarmi in quella stanza. Ma la verità è che il mio peso è diventato un grosso problema per me.

Dammi i mezzi

Quindi eccola, oggi, io ero la piccola paffuta che è venuta a registrarsi in questo Tempio di adorazione del corpo. Con belle ragazze e AtletaAbbastanza scavato, ragazzi. E io sono quello che non assomiglia a niente di tutto questo. Non so dove mi porterà, ma quel che è certo è che mi darò i mezzi per perdere il peso.

Raggiungerò il mio obiettivo? Nessuna idea. Morirò qualche volta? probabilmente. Avrò un calo di motivazione? certamente. Perché conosco già quel modo. Lo so perché ci sono già passato.

READ  Honor Magic V: scheda tecnica e foto svelano uno smartphone promettente

Ti sei già registrato, ti sei già registrato gli sport Per la perdita di peso. Mi sono torturato, ho fatto tagli, diete durissime, ho mangiato “protezione” “ Non può più. So che questa volta sarà diverso. Perché lo so esattamente.

Vai al mio ritmo

Quindi sì, so che alcuni potrebbero avermi guardato oggi mentre camminavo a passo svelto sul mio tappeto. Alcuni potrebbero avermi giudicato. Qualcuno potrebbe pensare che 20 minuti sul tappeto a 5 km/h non siano davvero tanti. Forse avrei potuto fare di meglio. O più. E ‘molto probabile.

E tu sai cosa? Non mi interessa. È un problema loro, non mio. So perché lo faccio. So che il mio corpo non ce la fa più. E va bene per me. Andrò al mio ritmo.

________________

Questa testimonianza è stata originariamente pubblicata sull’account Instagram Crisi maternasu The HuffPost con il permesso dell’autore.

________________

Guarda anche su The HuffPost: