Gennaio 29, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Social media: sono meno regolamentati e più tossici?

In effetti, molti utenti banditi da Facebook o Twitter si sono ritirati su Gab e altri TruthSocial dove, secondo Gianluca Strengini della Boston University, “il loro attivismo online tende a diventare più estremo”. L’unico lato positivo è che la loro comunità è più piccola.

Tuttavia, il ruolo che Twitter sembra assumere sotto Elon Musk potrebbe essere un punto di svolta? Dalla prima settimana dopo l’acquisizione, analisi preliminari si osserva un aumento Insulti razzisti e antisemiti. Preoccupazione da allora è raddoppiatocon l’annuncio che gli account precedentemente vietati erano stati riattivati.

Normalmente, molte storie a tema estremo iniziano sulle piattaforme più marginali e rimangono confinate lì. Quando diventano virali su Twitter o Facebook guadagnano popolarità, perché è lì che i giornalisti li individuano. Finora, la politica interna di Twitter per ridurre l’incitamento all’odio e la disinformazione su COVID ha ridotto le possibilità che questi messaggi raggiungano un vasto pubblico.

a meno che Twitter, perdendo gradualmente i suoi inserzionistirestringersi per classificare queste piattaforme estreme? Questa l’ipotesi sostenuta a inizio mese, In un rapporto di giornale naturaL’esperto di terrorismo James Piazza della Penn State University. “Queste comunità sono così degradate da non essere più utilizzabili: sono inondate di bot, pornografia e spam”.

Per ora, questi esperti di disinformazione sono ridotti a tirare a indovinare, dato che il cambio di proprietà è così recente. Ma si dice che diversi ricercatori stiano già preparando protocolli per confrontare il “prima” e il “dopo” di Musk e vedere se può identificare le tendenze nella diffusione della disinformazione o del cyberbullismo.

Nel frattempo, coloro che hanno studiato l’impatto dei social media sulla violenza razziale negli ultimi anni sono preoccupati natura. Quando hai “molte parti interessate che favoriscono pubblicamente la commissione di crimini”, quei crimini finiscono, dice Felix Ndahinda, che ha studiato Odio online per i conflitti armati che dilaniano la Repubblica del Congo.

READ  Cosa dicono i nuovi studi sulla sua efficacia?

La maggior parte di questi discorsi sfugge ai moderatori della piattaforma, perché pronunciati in lingue poco censurate. Ma avere Ancora meno moderato, se non del tutto, potrebbe semplicemente aiutarli, o persino attirare truffatori opportunisti su Twitter – poiché la rete potrebbe essere meno popolare di Facebook, è ancora, per ora, più popolare di Gab e altri TruthSocial. Questi oratori incoraggeranno e aumenteranno la ferocia dei loro discorsi. »