Dicembre 2, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Recensione AMD Radeon RX 6600: scheda grafica da gioco Mini Full HD

Richiedendo una serie Radeon 6000, questo riferimento di sesta linea eredita una GPU drogata con l’architettura RDNA2. Non entreremo nei dettagli di questa build di cui abbiamo discusso nel nostro test completo di Radeon RX 6800 XT.

In termini di caratteristiche tecniche, la Radeon RX 6600 utilizza un chip Navi 23 della versione XT. Tuttavia, il numero di blocchi di calcolo è stato ridotto a 28 console, risultando in 1.792 unità di calcolo invece delle 2.048 della Radeon RX 6600 XT. Nel processo perdiamo 16 unità tessuto-specifiche, per un totale di 112, ma manteniamo 64 unità di rendering.Il raytracing non viene trascurato, ma la presenza di soli 28 “Ray accelerators” non fa sperare in un miracolo a questo livello. Infine, l’Infinity Cache è di 32 MB, come nel caso del modello di punta. Il chip ha un’area di 237 mm² e ospita 11,1 miliardi di transistor incisi a 7 nm da TSMC, come l’intera catena.

La frequenza massima che una GPU può raggiungere è 2491MHz secondo AMD, in calo di centoMHz rispetto al modello superiore. Tuttavia, la documentazione tecnica del produttore ci dice che la frequenza di gioco prevista (Game GPU Clock) è molto inferiore a quella del modello superiore, a 2044 MHz sulla Radeon RX 6600, rispetto a 2359 MHz sull’XT.

Ci sono 8 GB di memoria GDDR6 in esecuzione su un bus a 128 bit. D’altra parte, non ci sono chip con una frequenza di 2000 MHz, ma i chip funzionano a una frequenza di 1750 MHz, il che provoca una larghezza di banda di memoria piuttosto ridotta di 224 GB / s. Il kit ha un consumo medio di 132 watt e funziona con un’interfaccia PCIe 4.0 8x. La mancanza di compatibilità PCIe 4.0 a 16 linee non è un problema con questa scheda grafica; La larghezza di banda aggiuntiva dell’interfaccia 16x non porterà nulla di notevole.

READ  Verso un unico caricabatterie per tutti gli utenti di smartphone entro il 2024