Aprile 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Questo incredibile fenomeno luminoso non è un’aurora ma uno steve

Questo incredibile fenomeno luminoso non è un’aurora ma uno steve

Per gli appassionati di sky watching, la vista di Steve è un privilegio. È un fenomeno ottico che appare nel cielo come una fascia nei toni del viola, bianco o verde. È stato confrontato per la prima volta con l’aurora boreale prima che le analisi mostrassero che questo effetto non proveniva dallo stesso meccanismo.

Dall’aurora boreale a Steve

Tutto è iniziato nel 2015, in Canada, quando i fotografi amatoriali dell’Alberta Aurora Chasers hanno scattato foto straordinarie che mostravano un nastro scintillante come se fosse sospeso nel cielo. Hanno deciso di dare un nome che non potrebbe essere più familiare a questo fenomeno: Steve. Una scelta saggia alla fine perché gli scienziati che hanno esaminato la domanda hanno deciso di abbreviare la descrizione di questo effetto visivo che dura circa un’ora prima di dissiparsi.

Fenomeno Steve fotografato il 23 marzo 2023 sopra Glenvilet (Scozia) da Ash Hanson-Steen. © Ash Hanson-Steen

>>Leggi anche: Come si formano le aurore?

Il plasma è al centro del fenomeno

Secondo le loro analisi condotte nel 2016 utilizzando i satelliti Swarm e Themis, come li chiamano Promuovere una forte velocità di emissione termica È un flusso di plasma a 3000 °C che penetra nella ionosfera a più di 21.000 km/h. Sfregando contro l’aria circostante a una velocità così elevata, questo plasma surriscaldato eccita le particelle, che iniziano a fluorescere e provocano il fenomeno celeste di Steve.

Questo bellissimo spettacolo di luci della scorsa settimana è stato causato dalla comparsa di un enorme buco nella corona del Sole il 23 marzo. Ha causato un’espulsione di massa coronale da parte del vento solare che ha causato la più forte tempesta geomagnetica sulla Terra (livello G4) per sei anni. La gravità dell’evento ha portato all’osservazione di molti Steve in Scozia e negli Stati Uniti nel South Dakota, nell’Idaho e nel Montana.

Steve

Il fenomeno Steve fotografato il 23 marzo 2023 nei cieli del South Dakota da Evan Ludis. © Evan Lodz Incorniciato dalla natura