Dicembre 1, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Queste minuscole dita robotiche consentono agli esseri umani di interagire con gli insetti

Questi strumenti di precisione consentono un’interazione sicura con gli insetti. Le possibilità di questa invenzione sono infinite.

Il dita Gli esseri umani sono chiaramente troppo vecchi per interagire in sicurezza con gli insetti, ma la tecnologia potrebbe darci un’opzione più complessa. Gli scienziati della Ristumeikan University si sono sviluppati “microdita” grazie a robot morbidi che consentono all’uomo di interagire con gli insetti. Queste piccole dita, che misurano solo 1,20 cm di lunghezza e 3,5 mm di larghezza, combinano sensori di pressione in metallo liquido e “muscoli” dotati di palloncini ad aria per fornire una forza sufficiente per toccare un insetto senza danneggiarlo. L’operatore umano controlla la piccola mano con guadagno automatico.

Questi strumenti di precisione consentono un’interazione sicura con gli insetti

Per testare questa tecnologia, i ricercatori hanno utilizzato un microdito per misurare la forza di reazione delle gambe e del tronco del woodlice. La forza della gamba di questa creatura di 10 millinewton corrispondeva alle stime precedenti, un numero che la scienza non è mai stata in grado di verificare direttamente fino ad oggi.

Questa tecnologia può essere utile per studiare le forze insetti. Tuttavia, il team di ricercatori considera la loro invenzione utile per altre interazioni su scala microscopica, in particolare con l’aiuto di occhiali per realtà aumentata che fornirebbero una visione più accurata e dettagliata. Le versioni future potrebbero un giorno aiutare gli scienziati a interagire direttamente con esso batteri e altri virus.

Le possibilità di questa invenzione sono infinite

La sfida, come per molte invenzioni scientifiche come questa, ora è come tradurre questa scoperta in un prodotto pratico. Il team Ritsumeikan ha avvertito che questa è solo una prova di concetto e uno “studio rappresentativo”. Potrebbe volerci molto tempo prima che questa tecnologia possa essere testata completamente, per non parlare della produzione di massa. In ogni caso, ci permette di sognare un futuro in cui l’uomo possa raccogliere le piccole cose in modo molto naturale.

READ  Il programma Artemis vers la Lune se précise, une bouffée d'air pour l'Europe ?