Novembre 27, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Quattro domande sul progetto di trasferirsi in Cina per il match tra Monaco e Lione

E se la Ligue 1 diventasse il primo Campionato Europeo a trasmettere una partita della stagione regolare all’estero? Questa è esattamente l’ambizione della Professional Football League (LFP), che spera “Come un laboratorio” e Verranno presi provvedimenti ufficiali per ottenere un’esenzione eccezionale”.L’AFP ha appreso giovedì 21 ottobre.

Previo accordo tra i due club, la LFP spera di poter spostare l’incontro tra Lione e Monaco, in programma nel weekend del 5-6 febbraio 2022. Ma al momento nulla è stato fatto. Questo processo rimane soggetto a una deroga FIFA.

Perché la Cina?

LFP non ha nascosto il suo desiderio di promuovere il suo torneo a livello internazionale. L’autorità sta cercando di affermarsi in Cina già da diversi anni. Nel 2018 e nel 2019, le finali della Champions Cup si sono svolte a Shenzhen. Né è l’idea di programmare una partita domenicale alle 13:00 ogni fine settimana. Questo calendario, infatti, favorisce un’ampia distribuzione nel Paese.

Julian Draxler in un tour a piedi prima della finale di Champions Cup a Shenzhen il 2 agosto 2018.  (Anne-Christine Bogolat/AFP)

Ma per ora, la LFP sta lottando per ottenere il riconoscimento per il suo campionato all’estero, che è ancora in gran parte sottodimensionato. I diritti televisivi internazionali della Ligue 1 francese sono stimati a circa 75 milioni di euro all’anno fino al 2024, rispetto a circa 800 milioni di euro per il campionato spagnolo e 1,5 miliardi di euro per la Premier League.

Perché questa partita?

Olympique Lione e Monaco sono due Immagini di marcatore”, che parlano all’estero e che probabilmente attireranno folle. Anche la data scelta per il 5 o 6 febbraio non è un caso: il weekend è abbastanza lontano dalla Coppa dei Campioni o dalle partite di selezione, e quindi non impedisce alle due squadre di fare un lungo viaggio.

Soprattutto, i due club hanno stabilito forti legami con la Cina. Un azionista del Lione cinese, oltre ad alcuni sponsor del club. Per quanto riguarda Monaco, il presidente Dmitry Rybolovlev mantiene relazioni commerciali molto strette con la Cina.

Non sono sicuro, però, Quel Lione-Monaco (anziché Monaco-Lione) avrebbe suscitato lo stesso entusiasmo nella squadra del Lione. È molto probabile che l’idea del trasferimento abbia fatto arrabbiare i tifosi del Lione, che sono molto più grandi della comunità monegasca.

C’erano dei precedenti?

Alcuni campionati hanno già mostrato la loro disponibilità a programmare partite fuori dai loro confini. Ma hanno affrontato un fermo rifiuto da parte della FIFA. Questo è particolarmente vero per La Liga. L’autorità spagnola ha cercato, invano, di organizzare una partita tra Girona e Barcellona a Miami durante la stagione 2018-2019, e poi un incontro con Villarreal e Atletico Madrid l’anno successivo.

Nel 2020 un comitato”partner” Dalla Federazione Internazionale ha deciso di opporsi alle partite ufficiali trasferite in un paese straniero (ad eccezione delle Supercoppe), confermando la posizione della FIFA. Se la federazione darà la sua approvazione, sarà un grande primato nel calcio europeo e la Ligue 1 sarà un pioniere in questo campo.

E qual è l’impronta di carbonio in tutto questo?

Viaggiare da Lione a Monaco non ha lo stesso impatto sul carbonio di Lione e Shanghai. Se il ricorso al treno, piuttosto che all’aereo, non sembra oggetto di reale riflessione all’interno dei club francesi, allora le due squadre non avranno altra scelta che salire su un aereo per raggiungere Shanghai. L’equivalente di quasi 10.000 chilometri in linea d’aria e … più di 15 tonnellate di emissioni di CO2 (per un aereo con più di 220 posti, secondo il sito web dell’account del governo agirpourlatransizione).

Da notare che il volo Lione-Monaco impiega circa 300 km mentre il corvo è in volo, 69,5 kg di emissioni di CO2 in aereo e solo 522 grammi in treno. Come promemoria, lo scorso gennaio, l’Olympique Lyonnais ha aderito a Fair Play for Planet Earth, il primo marchio ambientale a riconoscere club ed eventi sportivi con un impegno ambientale.

READ  Il Manchester City ha eliminato il Paris Saint-Germain ma si è qualificato e finirà al secondo posto